CoronavirusCronacaNewsPagina Nazionale

Bergamo. Il triste corteo delle bare. Mattarella telefona al sindaco Gori: “Tenete duro”

Il capo dello Stato Sergio Mattarella telefona al sindaco Giorgio Gori esprimendo la sua solidarietà

BERGAMO. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato al sindaco di Bergamo Giorgio Gori per esprimere la sua “vicinanza e solidarietà al popolo bergamasco” e ha invitato a “tenere duro”. Il capo dello Stato si è detto “addolorato per la vicenda che sta attraversando la città” e ha espresso “tutta la sua vicinanza e solidarietà ai bergamaschi e al sindaco”.

Bergamo è la provincia italiana più colpita dal Coronavirus. Nella serata di mercoledì 18 marzo nel capoluogo bergamasco sono arrivati i mezzi dell’esercito per trasportare le bare di alcune delle persone morte di Covid-19 dal cimitero monumentale ai forni crematori di altre città. Bergamo non riusciva più a gestire la situazione e le attese per le cremazioni avevano ormai superato la settimana. In città c’è un solo forno crematorio che sta lavorando a pieno regime, 24 ore al giorno, ma può cremare al massimo 25 defunti al giorno. Emblematiche e molto tristi le foto che stanno circolando sul web in queste ore.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.