Comunicati Stampa

Calvi Risorta. Marrocco: “Giovanni Lombardi, sindaco di “sprecopolis”!

Lombardi il sindaco degli sprechi

Nota del consigliere Giovanni Marrocco

CALVI RISORTA. Cari Cittadini,

è doveroso da parte nostra informare voi tutti del modo in cui viene dis-amministrato il Comune. Come poter stare in silenzio difronte alle “scelleratezze” amministrative e gestionali che risaltano quotidianamente ai nostri occhi. “Qualcuno” ci esorta: lasciateli lavorare! Saremmo d’accordo se il comune fosse amministrato con diligenza e parsimonia, ma pensiamo che sia sotto gli occhi di tutti che la  dissennata gestione degli incarichi e degli appalti dei servizi, affidati e gestiti durante la gestione Lombardi, sia fatta solo di SPRECHI!

Prendiamo in esame il settore finanziario. A partire dall’otto agosto 2016, sono stati affidati “incarichi di supporto” per oltre 100.000,00 €, unitamente alla nomina di un responsabile finanziario che ci costerà, fino al 31/12/2019, altri 25.000,00 € almeno.

Con la delibera di consiglio n. 48 del 10/12/2018, il Sindaco riscontra una nostra interrogazione nella quale si evidenziava che “i citati professionisti si sono resi responsabili di una serie di gravi omissioni, causando disservizi di natura amministrativo/contabile e potenziali danni alle finanze pubbliche”.

Omissioni e ritardi che hanno avuto anche riflessi sulle casse comunali, come:

  • la compilazione dei questionari dei fabbisogni standard;
  • la trasmissione delle denunce contributive per i dipendenti comunali;
  • la trasmissione delle dichiarazioni IVA;
  • la predisposizione dei conti annuali del personale;
  • l’aggiornamento della sezione “Amministrazione Trasparente” del sito istituzionale;
  • la predisposizione dei rendiconti dei bonus elettrici e del gas;
  • la regolarizzazione delle carte contabili;
  • la collaborazione in favore dell’O.S.L., da cui la nomina di altro consulente;
  • il riversamento in tesoreria delle somme riscosse sui conti correnti postali;
  • la predisposizione di alcuni rendiconti da inviare in Regione;
  • la predisposizione degli atti per il riconoscimento dei debiti fuori bilancio 2016/2019;
  • le pratiche di pensionamento dei dipendenti.

Le predette omissioni costituiscono delle palesi violazioni degli obblighi dedotti nella convenzione di incarico, sottoscritta tra i suddetti professionisti ed il comune, sia perché gli stessi non hanno operato con la diligenza ordinaria minima, sia perché, trattandosi di appalto di servizi, è richiesta una obbligazione di risultato e non di mezzi.

A fronte di tali mancanze, però, i responsabili finanziari ad interim hanno regolarmente liquidato e pagato, ai professionisti prima indicati, l’intero compenso pattuito, attestando di aver “accertato il regolare assolvimento degli obblighi contrattuali da parte dell’Operatore aggiudicatario”. Un potenziale danno erariale, dunque, connesso alla indebita liquidazione di prestazioni professionali mai (o male) eseguite.

Il Sindaco, pur senza negare nessuna di tali inadempienze, afferma tuttavia di non voler fare alcuna segnalazione alla Corte dei Conti. Lombardi conferma anzi “piena fiducia ai responsabili di settori, ai segretari comunali…e ai supporti tecnici rispetto al valido operato che hanno profuso, in sinergia, nel periodo di servizio presso questo Ente”.

Al comune di Calvi Risorta si possono dunque ricevere incarichi di consulenza strapagati, è possibile non assolvere agli obblighi contrattuali che derivano da questi incarichi, si viene comunque puntualmente pagati dai responsabili dei settori, che attestano come eseguito ciò che non è stato eseguito, e per il “valido operato” profuso si ricevono pure la fiducia e gli elogi del Sindaco, al quale non viene nemmeno in mente di sottoporre questo potenziale danno erariale al vaglio della Corte dei Conti!

Nel mentre vengono conferiti tali e tanti incarichi, vengono contestualmente affidati ulteriori incarichi per svolgere compiti che, da convenzione, ricadono nella piena competenza del responsabile finanziario e dei suddetti supporti tecnici.

Con delibera di giunta n. 45 del 30/5/2019, che reca il voto favorevole anche degli assessori in quota PD, Giuliano Cipro e Rosy Caparco, viene ad esempio conferito un incarico legale per resistere in un giudizio di appello presso la Commissione Tributaria Regionale. Ma anziché stare in giudizio con il responsabile finanziario del comune, come chiedevano di fare nel 2012 per evitare “sprechi, sprechi, sprechi“, i due assessori del PD deliberano un singolo incarico legale da 5.000,00 €, contro i 13 incarichi conferiti nel 2012 per 1.950,00 €, criticati allora con tanta veemenza.

Con diverse determine vengono invece conferiti incarichi alla società “Unica s.r.l.” di Aversa, per la predisposizione delle pratiche di pensione di alcuni dipendenti comunali, collocati a riposo, per un totale di 2.318,00 €. Altri soldi sprecati, laddove era un preciso compito del responsabile finanziario e dei suoi supporti, come da convenzione sottoscritta dagli stessi, provvedere a redigere tali pratiche.

Così come sarebbe preciso compito degli stessi provvedere a tutte le incombenze relative ai bilanci di previsione 2016/2019 e ai rendiconti 2016/2018. Eppure a “Sprecopolis” non si esita ad affidare un nuovo incarico, questa volta alla società “Halley s.r.l.”, perché provveda a fornire assistenza specialistica per la redazione della contabilità finanziaria ed economica patrimoniale relativa ai suddetti documenti contabili, per un importo di 5.490,00 €, dopo che la stessa aveva già ricevuto, solo pochi giorni fa, un incarico da 6.100,00 € per l’aggiornamento dell’inventario.

Passando al settore tecnico, come non parlare della determina n. 153 del 12/07/2019.

Con la stessa si conferisce un incarico professionale per la redazione degli atti di gara del nuovo appalto per l’affidamento del servizio di igiene urbana. Un incarico affidato per un importo di € 12.688,00 all’ing. Di Benedetto Saturnino Augusto, già destinatario di altro incarico durante l’amministrazione Lombardi (determina 107/2018, per oltre 2.500,00 €).

Un incarico per espletare compiti che avrebbero dovuto assolvere uno dei due supporti tecnici incaricati, gli ingegneri De Biasio e Cappello. Eppure dobbiamo sprecare quasi 12.700,00 € per pagarne un terzo, imputandone la spesa su un capitolo che i cittadini dovranno finanziare con le tariffe della TARI!

E sempre a proposito di sprechi, come non citare la recente liquidazione di quasi 42.000,00 € al “Consorzio RES”, a saldo delle fatture del periodo aprile/giugno 2016, periodo per il quale erano già state accertate violazioni delle norme del capitolato da parte del gestore, con determina 90/2017. Anziché applicare le penali previste, tenuto conto delle contestazioni esistenti, indicate con tanto di protocollo nella determina a firma della dott.ssa Rocco, si attesta invece “che non vi sono agli atti contestazioni al servizio relativo al trimestre di riferimento” e si procede, conseguentemente, a saldare ciò che non è dovuto. Quasi 244.000,00 € di penali, quantificate fino a marzo 2017, mai applicate al gestore!

E poiché le fatture non vengono caricate e scaricate correttamente in contabilità, al “Consorzio RES” vengono pagate addirittura due volte! Con la determina n. 149 del 18/09/2018 sono state infatti liquidate 3 fatture già saldate con la determina n. 112 del 5/5/2017, per un totale di € 12.545,29.

E vogliamo parlare di tutte le sentenze di condanna alle spese da parte del TAR su ordinanze del Sindaco o le spese per la nomina dei commissari ad acta, legata all’inerzia del comune nello svolgere i propri adempimenti? Altri 10.000,00 € almeno buttati al vento! Oppure dei gestori dello smaltimento dell’umido organico che, solo a Calvi Risorta, applicano tariffe più alte di quelle praticate in altri comuni dove operano, per il solo fatto che lì si affida il servizio con regolari gare d’appalto, mentre con Lombardi si va avanti a suon di proroghe: altri 40.000,00 € in più all’anno!

La giunta di Lombardi, sindaco di “Sprecopolis”, non trova 20.000,00 € per proseguire il servizio del banco alimentare in favore delle famiglie calene che versano in stato di indigenza! Per i 60.000,00 € delle proprie indennità di funzione e per tutti questi sprechi, fatti di incarichi inutili e duplicati e servizi non vigilati, la banda Lombardi trova però sempre una soluzione. Complimenti davvero!

Il consigliere comunale Dott. Giovanni Marrocco

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Comments are closed.