• Mer. Ott 20th, 2021

Cellole. Baia Domizia, la Cisas: “Iniziare i lavori programmati”

DiThomas Scalera

Feb 15, 2017

CELLOLE. Mentre nel comune di Sessa Aurunca, dopo 8 mesi dall’insediamento del Consiglio Comunale, si continua ancora litigare senza nemmeno eleggere il Presidente del Consiglio, a Cellole invece l’Amministrazione comunale ha iniziato una serie di lavori pubblici per migliorare il centro cittadino.

Ovviamente, anche a Cellole non mancano le polemiche “paesane” tra le varie forze politiche di maggioranza e di opposizione.

Tutto ciò è comprensibile ed anche umano, rileva la Segreteria della Confederazione Cisas, ma gli amministratori hanno il dovere di pensare anche alla frazione di Baia Domizia, polmone occupazionale ed economico dei cellolesi e sessani.

La Segreteria della Cisas, d’accordo con i vari delegati zonali della Cisas di Cellole e Sessa Aurunca, ritiene che il programma annunciato dagli Amministratori per lo sviluppo e il rilancio di Baia Domizia, vada iniziato al più presto se si vuole effettivamente decollare.

Ciò anche per cambiare la mentalità dei gestori dei lidi e degli operatori economici – turistici, che di norma operano nei soli mesi di Luglio ed Agosto, allorquando vi è la massa dei villeggianti, salvo poi a chiudere il tutto nei  restanti mesi. In questo modo costringono turisti e villeggianti a recarsi, negli altri mesi dell’anno, nei vicini comuni o aldilà del Garigliano a Minturno e Formia, ove vi sono sempre ospitalità, disponibilità e buoni servizi con costi ridotti rispetto a Baia Domizia.

La Segreteria della Cisas, pertanto, chiede agli Amministratori non solo di Cellole ma anche di Sessa Aurunca di voler iniziare i lavori programmati, affinché la stagione balneare possa iniziare presto e bene.  In modo particolare, si richiede una maggiore vigilanza e l’apertura dei negozi, specie alimentari, almeno nei fine settimana trattandosi di territorio turistico.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru