• Gio. Ott 21st, 2021

Festival Internazionale del Film di Roma – Lo ‘special’ del giorno di apertura del Festival: 17 aprile 2014 – Racconto di un evento

DiThomas Scalera

Ott 20, 2014

Schermata da 2014-10-20 19:42:58

Per la cerimonia di apertura della nona edizione del Festival è stato proiettato, giovedì nella sala Santa Cecilia, il film: Soap Opera di Alessandro Genovesi, storie molteplici di un condominio, con Diego Abbatantuono e Cristiana Capotondi. Ma il film prodotto dal Centro Televisivo Vaticano e Sky 3D, 17 aprile 2014 – Racconto di un evento, è stato l’autentico special del primo giorno della kermesse romana. Il film racconta uno straordinario evento mediatico a cui hanno partecipato oltre un milione di persone a Roma, soltanto una grande manifestazione dei sindacati riuniti, anni orsono, è riuscita a radunare così tanta gente. Il film è una straordinaria lezione di comunicazione che racconta un momento storico, il 27 aprile di quest’anno, probabilmente irripetibile: la beatificazione di due pontefici (Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II) alla presenza di due papi viventi (Francesco e Benedetto XVI), una giornata per quattro papi. La presentazione del film è stata affidata al premio Nobel per la letteratura, Dario Fo, fantastico narratore, ammiratore di papa Francesco e con una militanza politica, soprattutto in passato (sinistra) e attualmente vicino a Beppe Grillo, poco in linea con il Vaticano.

27 aprele 2014 racconto di un evento_19 27 aprele 2014 racconto di un evento_1127 aprele 2014 racconto di un evento_14

Tale importante premessa attesta che la Chiesa è aperta e si rivolge a tutti. Autorevoli personaggi intervengono durante il docufilm: Pupi Avati, Aldo Grasso, Stelvio Cipriani (autore della musica che esegue lui stesso nel film, il tema di Karol), Javier Zanetti fino a Paolo Rossi (lo sport, in particolare il calcio, costituisce un elemento pacificatore che mette d’accordo tutti). Il racconto inizia con la canonizzazione, il ‘backstage’, i preparativi, le immagini d’archivio e quelle inedite di papa Francesco in occasione della sua elezione e prima della sua proclamazione al mondo intero.

Festival Internazionale del film di Roma 2014 - Red Carpet apert Festival Internazionale del film di Roma 2014 - Red Carpet apert 1votafilm

La bellezza del film, un piacere estetico e artistico, risiede negli effetti 3D con cui si viaggia all’interno del Vaticano, soprattutto in luoghi esclusivi come l’Archivio Segreto, la scala di Pio IX, la sala Ducale, la Cappella Paolina, l’aula delle Benedizioni, il balcone del papa e infine il Giudizio Universale come neanche Michelangelo lo ha immaginato: con le figure che si staccano dallo sfondo, il cielo blu lapislazzulo che arretra in presenza del divino. L’evento cinematografico – a cui hanno partecipato 40 telecamere, 9 satelliti e 4 regie – offre una impareggiabile occasione di ammirare la ricchezza artistica della città del Vaticano e termina con le vedute aeree su Roma.

27 aprele 2014 racconto di un evento_15

I contenuti sono quelli della diretta televisiva a cui ha assistito il mondo intero. In occasione della prima giornata è stato consegnato il premio Marc’Aurelio d’oro per la carriera all’attore cubano Tomas Milian, interprete di molti film polizieschi e spaghetti western negli anni Settanta. In conferenza stampa ha raccontato come si è ribellato alla sua famiglia borghese per andare all’Actor’s Studio di New York ed essere come James Dean nel film La Valle dell’Eden e come la zia cubana, sposata con il preside dell’università dell’Avana, proteggeva Fidel Castro e inviava soldi al Lider Maximo.

Festival Internazionale del film di Roma 2014 - Red Carpet apert

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru