• Lun. Ott 25th, 2021

Maddaloni/Marcianise. Interporto, Palumbo (Ugl Caserta): "La vertenza approdi in Regione alla presenza di interlocutori certi"

Ferdinando Palumbo

MADDALONI/MARCIANISE. Con il peggioramento della situazione dei lavoratori edili di Interporto, la Ugl si era mossa in anticipo chiedendo un incontro in Prefettura e l’incontro puntualmente è arrivato. Ieri pomeriggio il Segretario Provinciale della Unione Territoriale del Lavoro Ugl Ferdinando Palumbo è stato ricevuto in Prefettura di Caserta per discutere il problema occupazionale degli oltre cinquanta lavoratori del settore costruzioni che operano nell’area dell’Interporto e che sono senza lavoro da ottobre scorso. Il sindacalista, nel rappresentare lo stato di disperazione di questi lavoratori, che non intravedono una via d’uscita da mesi, ha rassicurato le istituzioni sull’impegno di Ugl a rasserenare gli animi.

“Ugl è al fianco dei lavoratori in difficoltà, non certo per assecondare tentativi disperati che possano ledere l’ordine pubblico, ma per richiamare l’attenzione delle istituzioni e delle aziende coinvolte a risolvere un problema annoso” chiarisce il massimo rappresentante provinciale dell’Unione Generale del Lavoro.

“All’appello ad individuare soluzioni in tempi brevi allo stato di crisi ormai perenne di questi lavoratori, abbiamo chiesto collaborazione alla Prefettura per consentire la convocazione in tempi rapidi di un tavolo regionale, che richiami l’attenzione di tutti al rispetto degli impegni presi, a partire dall’originario accordo di programma da cui prese le mosse la storia di Interporto. Richiediamo altresì alle istituzioni tutte di indicarci un interlocutore certo col quale poter confrontarsi. Auspichiamo che già dall’appuntamento di venerdì al Comune di Maddaloni si cominci a fare chiarezza in merito” conclude il Segretario Provinciale.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru