• Mer. Ott 27th, 2021

MARCO ABBAMONDI E STEFANO CIANNELLA IN LAST FINDS

DiThomas Scalera

Ott 17, 2014

REINFORCED AND RANDOM THOUGHTS IN PAUSILYPON

Giovedì 17 ottobre presso il Museo Archeologico di Napoli si è tenuta la conferenza stampa dell’ evento – mostra “ LAST FINDS” di Marco Abbamondi e Stefano Ciannella a cura di Sabina Albano ed il coordinamento tecnico – scientifico di Marco De Gemmis. Questa mostra la quale rientra tra le proposte del Servizio Educativo della Sopraintendenza per Beni Archeologici di Napoli che da tempo ha avviato il dialogo tra antico e contemporaneo. La mostra sarà inaugurata sabato 25 ottobre alle ore 11.00 presso il Parco Archeologico del Pausilypon – Napoli. Questo progetto prevede quattro postazioni di scavo che rivelano il ritrovamento dei frammenti sparsi di alcune superfici di copertura, di non chiara identificazione rispetto alla funzione e al ritrovamento al momento della loro realizzazione.

marco abbamondi

Come ben dice nel suo intervento il Prof. Marco De Gemmis : “ Da qualche tempo il Parco Archeologico del Pausilypon e il Parco Sommerso di Gaiola vanno finalmente affermandosi come luoghi imprescindibili e fondamentali della memoria umana. Questa crescita e attenzione al sito è stato frutto di uno sforzo congiunto di più Ministeri,della Regione Campania e del Comune di Napoli. Certamente questo evento – mostra ci darà l’opportunità di far incontrare la storia vista dai contemporanei o meglio con gli occhi dei contemporanei e quello che hanno fatto i due nostri artisti che con la loro maestria hanno saputo coniugare il passato con il presente. Avendo rispetto del luogo e l’uso dei materiali che è stato fondamentale “. Al centro della ricerca del progetto vi è la materia entrambi sia Abbamondi che Ciannella creano linee che parlino con altre linee. Come dicono i due artisti “ Noi veniamo dal mondo dell’arte contemporanea abbiamo esposto in siti istituzionali sempre adibiti per l’arte contemporanea in gallerie ma mai in luogo dove la storia e presente. Ecco perché abbiamo usato la terracotta, materiale che per la prima volta usavamo .Come dice Abbamondi io sempre usato il cemento mentre Cinnaella dice io sempre usato il ferro ecco l’incontro con la terracotta e con l’Ercole Farnese . Come continua ha dire Abbamondi ci siamo consultati in primo momento volevamo dire no, poi parlando ecco che è nata la scintilla creativa che ha messo in moto il tutto”. Questo progetto ha la presunzione di creare un laboratorio dei reperti della modernità, generiamo una ragionata confusione , una straniamento.

10700222_10204301579931520_2559255688334869890_o

Last Finds fa proprio ed ingloba uno dei principi cardini di tutte le arti ovvero nel massimo della funzione si possa reperire , il massimo della realtà. La memoria è il momento più grande e più vissuto dall’uomo che però non sempre ha saputo conservare o meglio unire al presente e al vissuto contemporaneo. Con questo progetto ho visto come tante sinergie che si sono unite, hanno fatto si che l’arte possa lasciare un suo messaggio che rimanga indelebile nella storia.

10668903_10204849237421390_1402355118650300645_o

Parco Archeologico del Pausilypon

Sopraintenda per i Beni Archeologici di Napoli

LAST FINDS – di Marco Abbamondi e Stefano Ciannella

Inaugurazione Sabato 25 ottobre ore 11.00

Via Discesa Coroglio 36

Tel. 081.2301030

Dal Lunedì al Sabato

Dalle ore 9.00 alle 15.30

Domenica su prenotazione

Info: 081.2403235

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru