Mer. Set 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Mondragone – Schiappa duro con Zannini: “Giù le mani dal Museo”

2 min read
Con una nota ufficiale il sindaco di Mondragone Schiappa interviene sulla questione museo e replica all’On. Zannini: “Riteniamo che lo scomposto comunicato stampa dell’on. Giovanni Zannini dimostra l’assoluta inadeguatezza al ruolo che ricopre. Nel comunicato troviamo di tutto eccetto che il merito della vicenda. Evitiamo di soffermarci sulle offese, come sempre, dirette agli Assessori comunali, giovani amministratori della sua Città che, anzitutto, dovrebbe imparare a rispettare. Mah, comunque, vogliamo evidenziare alcune cose di assoluta gravità. Dire che il Comune di Mondragone si debba dotare di un ufficio che sappia predisporre progetti all’altezza dei bandi della Regione, significa offendere un lavoro ultradecennale fatto dal Museo Civico Archeologico “Biagio Greco”.
giovanni-schiappa 
Nel Museo Civico di Mondragone operano professionisti la cui chiara fama non ha bisogno né della difesa del Sindaco né di un riconoscimento da parte della Regione Campania. Da ben quindici anni si conducono diverse campagne di scavo i cui risultati vengono esposti nelle splendide sale del nostro Museo cittadino, vanto per tutti i mondragonesi, al di là del loro orientamento politico. Non volevamo l’interferenza da parte dell’on. Giovanni Zannini nei lavori della Commissione, ma ci sorprende che bisogna chiamarlo ogni qual volta il Comune di Mondragone partecipa ai Bandi. Vuol dire che non monitora affatto quelle che sono le tante iniziative a cui partecipa il Comune in quanto tale ed il Museo in questa occasione. Non si chiedevano né brogli nè sollecitazioni di vario genere, tra mondragonesi ci conosciamo tutti bene!  Si prende semplicemente atto che uno delle più importanti scoperte archeologiche della Campania, realizzate dalla Direzione scientifica del Museo di Mondragone, ovvero la Villa romana del Falerno, non avrà alcun finanziamento. Rispetto alla assoluta rilevanza archeologica della scoperta vediamo difficile, se non per meri motivi di bassa politica, addossare la colpa alla struttura museale, piuttosto che far procedere a presentare una interrogazione nel Consiglio comunale sull’operato della Commissione di valutazione da parte di chi riesce, o fa finta di riuscire, a condividere qualcosa con l’On. Giovanni Zannini”.
rotazione_flash

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open