Cose SerieNewsRomaTelevisione

Netflix: Suburra – La serie, grande successo tutto italiano

Dopo il film prodotto nel 2015, Suburra diventa una serie targata Netlix

I retroscena della Roma che conta, il lato oscuro che nessuno vede
Netflix: Suburra -la serie

Netflix. Il grande colosso dello streaming ha fatto centro ancora una volta: Suburra – la serie, tratta dal film prodotto nel 2015, ha avuto un grande successo. Una storia tratta dal noto romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonino che racconta il lato oscuro di Roma.

Per gli amanti di Gomorra, che ha tenuto sullo schermo milioni di telespettatori, Suburra è un’ottima scelta. Tre stagioni di una storia cruda e reale.

La storia

Roma. La storia coinvolge alcuni personaggi noti del mondo della politica, Vaticano ma anche persone comuni. Famiglie ‘importanti’ che si fanno la guerra, tutti coinvolti in affari loschi,come la costruzione del Porto turistico ad Ostia a cui sono interessati anche malavitosi siciliani.

La prima serie inizia con le dimissioni del sindaco di Roma e il malavitoso Samurai ha ventuno giorni per poter avere l’appalto dei terreni. Ovviamente è disposto a sporcarsi le mani. Molti però sono attratti da questo progetto e questo causerà non pochi morti.

Le ‘famiglie’ coinvolte sono: Gli Adami, che hanno un legame affettivo con i terreni di Ostia a cui non vogliono rinunciare e gli Anacleti, famiglia di etnia sinti che vorrebbero espandere i loro ‘affari’.

Da contorno vediamo la collaborazione di Sara Monaschi,interpretata da Claudia Gerini, revisore di conti al Vaticano e donna molto astuta, Lele Marchilli, figlio di un poliziotto che a causa di debiti verso Samurai si ritrova coinvolto in un gioco più grande di lui.

Amedeo Cinaglia, consigliere comunale che si candiderà a sindaco spinto da un forte senso di responsabilità verso le persone più disagiate,ma sarà lui stesso a cedere al lato oscuro degli affari.

Suburra – Netflix

Complotti, accordi, legami di sangue fanno da sfondo ad una storia molto coinvolgente che non è per niente banale,anzi, e lascia tutti a bocca aperta per il finale di stagione sorprendente.

Dietro gli occhi gelidi di chi con facilità usa una pistola c’è una vita, delle emozioni,un passato per nulla facile, ma l’odio accumulato negli anni porterà ad esplosioni di rabbia che renderanno i personaggi molto caratteristici, molto veri, che faranno emozionare anche il telespettatore.

I personaggi più amati,secondo le statistiche del web, sono Aureliano Adami, interpretato da Alessandro Borghi e Alberto Anacleti,detto Spadino, interpretato da Giacomo Ferrara.

Anche se appartenenti a due famiglie diverse ed in combutta, tra i due si instaurerà un rapporto molto profondo, quasi fraterno, che ha lo scopo di dare un messaggio molto importante: Spesso la famiglia è composta dalle persone che ci scegliamo e non da un legame di sangue.

Suburra è una serie, non per nulla banale, anzi, strutturata bene e curata nei minimi dettagli. Gli ideatori sono Daniele Cesarano e Barbara Petronio e la regia e sceneggiatura è stata curata da  Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi.

Vale la pena vederla se accettiamo l’idea che esiste anche un altro lato della medaglia.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Marianna D’Antonio
Classe '85. Attivista per la tutela degli animali, avida lettrice ed amante delle serie tv e film d'autore. "Il problema della razza umana e' che gli idioti sono assolutamente sicuri,mentre le persone intelligenti sono piene di dubbi." Bertrand Russell

Comments are closed.