Dom. Set 22nd, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Perché si dice “non avere il becco di un quattrino” e “essere in bolletta”?

2 min read

Essere al verde“, “avere il conto in rosso ” , “essere in bolletta” sono tutti sinonimi di “non avere il becco di un quattrino“, ovvero non avere denaro, non essere nelle possibilità economiche per fare qualcosa.

Il quattrino era una moneta toscana di poco valore e corrispondeva ai nostri attuali centesimi. Su di essa era inciso un rostro, uno sprone di bronzo che nella forma ricordava molto il becco degli uccelli rapaci e che serviva alle navi da guerra dell’antichità per sfondare le fiancate delle navi nemiche crendo falle che ne causassero l’affondamento.

Fu utilizzato dai romani che probabilmente lo avevano visto sulle navi cartaginesi in occasione delle guerre puniche e che integrarono poi con un ingegnoso strumento che serviva ad abbordare la nave nemica e facilitare il combattimento.

Dire “non avere il becco di un quattrino” significava quindi non avere nessuna di quelle monete con il becco inciso, ed essere quindi senza soldi.

La bolletta era invece l’elenco pubblico di coloro che non erano riusciti a saldare i debiti ed erano stati quindi definiti falliti. Da questa pratica il detto “essere in bolletta“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open