• Mer. Apr 24th, 2024

Piedimonte Matese. La staffetta della Fiaccola della Pace giunge al plesso di Sepicciano

La staffetta della Fiaccola della Pace giunge al plesso di Sepicciano di Piedimonte Matese

Piedimonte Matese(Ce)- Prosegue la staffetta della Fiaccola della Pace nella Città di Piedimonte Matese. Dopo la prima tappa di accoglienza avvenuta presso la sede centrale, venerdì 16 febbraio si è svolta la 2a tappa, con una grande festa di accoglienza presso il plesso di Sepicciano dell’IC “G. Vitale”. Ad accogliere l’arrivo della Fiaccola della Pace portata dalla Presidente del Movimento per la Pace, la Dirigente Scolastica Anna Maria Pascale, insieme alla referente di  plesso Anna Maria Leone e circondata dagli alunni di tutte le classi della primaria, che, insieme ai docenti Anna Maria Boleto, Maria Luisa Boleto, Assunta Grasso, Maria Rosaria Bottone, Carolina Ricigliano, Ornella Fasulo , Giuseppina Guadalupo, Monica Costantini, Antonietta Maffeo, Anna Grandetti e Laura D’ Anna, hanno realizzato una bellissima coreografia con bandierine della Pace, disegni esposti nell’auditorium, bandiere e striscioni della Pace con al centro le lettere che hanno composto la frase “Cessate il Fuoco”. La Dirigente scolastica ancora una volta ha espresso sentimenti di riconoscenza per questa grande opportunità che si sta offrendo agli alunni. “La scuola deve farsi promotrice di Pace. A noi adulti il compito di indicare la strada e di   educare i nostri alunni ai valori fondamentali del rispetto, della tolleranza, della solidarietà e dell’accoglienza, perchè proprio su queste basi potremo sperare di costruire un futuro di Pace senza più guerre”. Quindi ha invitato gli alunni ad essere sempre rispettosi e attenti, gli uni verso gli altri. A due anni di guerra in Ucraina e a quattro mesi di guerra in Medio Oriente in particolare tra Israele e Palestina, l’intenzione della Fiaccola della Pace ancora una volta ha invocato la Pace per questi paesi e a noi il compito di essere e farci promotori di Pace ogni giorno. Dopo essere stata consegnata alla Dirigente scolastica, la Fiaccola è stata fatta passare agli alunni da mano a mano, così che tutti potessero avere la possibilità di riflettere sul significato di questo simbolo che ricorda l’impegno nel tenere accesa  e viva la fiamma della Pace  ogni giorno con le azioni, partendo dai percorsi della memoria passata. La parola poi è stata data agli alunni, che coordinati dai docenti, hanno declamato dei pensieri e alcune frasi sulla Pace tratte dagli scritti di Gandhi, di papa Giovanni Paolo I e II, Margherita Hack, Jimi Hendrix, Eliezer Wiesel. La Pace richiede quattro condizioni necessarie: “Verità, Giustizia, Amore e Libertà”. ” Il genere umano deve ricordare che la pace non è il dono di Dio alle sue creature; la Pace è il dono che ci facciamo gli uni con gli altri…”. Al termine, come già fatto per tutte le manifestazioni, è seguita la sottoscrizione dell’ appello “Cessate il Fuoco”, a cui hanno partecipato la Dirigente scolastica e tutte le docenti, quindi la consegna di Attestato speciale di Scuola Aperta alla Pace. la giornata è terminata con la proiezione del video che accompagna il brano musicale dal titolo “Accendi la Pace”, dedicato alla storia della Fiaccola della Pace. Quindi un saluto da parte delle referente di plesso Anna Maria Leone, che ha ricordato l’importanza del percorso di Pace nella scuola, il lavoro e la sinergia con le docenti, evidenziando l’importanza del clima familiare per ottenere un risultato vincente e di piena attenzione da parte degli alunni.  La parola finale alla Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio che ha ringraziato la Dirigente scolastica, tutte le docenti e gli alunni per avere aperto le porte della scuola alla Pace e averle dato questa grande opportunità di mettere le ali, poi  sulle parole della referente Leone ha ricordato l’importanza di essere sempre scuola aperta al mondo sul metodo di barbiana di Don Milani,  invitando gli alunni a coltivare ogni giorno lo spirito di accoglienza, di condivisione e di aiuto gli uni verso gli altri come in una grande famiglia. Quindi una breve riflessione sulle guerre in corso e l’auspicio che possano terminare quanto prima, in particolare per tutti quei bambini a cui è stato negato il diritto a vivere una vita serena: Se siamo tutti come una famiglia abbiamo il dovere di pensare anche a loro. Ha concluso. Al termine  gli alunni hanno preso tra le mani le lettere che componevano la frase “Cessate il fuoco”, in segno di solidarietà e di affetto verso verso tutti i bambini del mondo vittime delle guerre.

USCITA A1 CAIANELLO VIA CERASELLE TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL SABATO ORARIO CONTINUATO 08:00 20:30 DOMENICA 08.00 13.00
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Di Redazione V-news.it

Il bot redazionale

error: Content is protected !!