Mar. Set 17th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Santa Maria Capua Vetere. Cantiere dei rifiuti, comunicazione di Interesse Sindacale. La Flaica CUB chiede un incontro urgentissimo

2 min read

SANTA MARIA CAPUA VETERE. La FLAICA C.U.B. Caserta, in riferimento ai fatti accaduti in data odierna presso il cantiere dei servizi ambientali del Comune di S. Maria C.V., ritiene doveroso il presente intervento.
Infatti, in seguito alla protesta spontanea dei dipendenti, risulta che un delegato aderente alla O.S. Fit Cisl Caserta, dipendente dell’azienda Termotetti S.A.S. in forza presso il cantiere r.s.u. del Comune Casagiove, inspiegabilmente presente alle ore 05:00 all’interno del medesimo cantiere, ha assecondato e sostenuto un’astensione dal lavoro illegittima.

La scrivente O.S., stigmatizzando in primo luogo gli atteggiamenti poco consoni a quanto previsto dalla legge che regolamenta lo sciopero tenuti dal delegato, fa notare che la O.S. Cisl Nazionale nei giorni scorsi si è profusa in attacchi a questa O.S. in occasione dello sciopero indetto nel settore dei trasporti, accusandoci di essere un “Sindacatino” promotore di scioperi selvaggi, nonostante questa dichiarazione venisse smentita dai garanti dello sciopero, poiché tutti i passaggi normativi erano stati rispettati.
A tal proposito ci chiediamo: l’episodio di stamattina rappresenta uno sciopero selvaggio e pretestuoso? È possibile che non si rendano conto dei rischi a cui va incontro un lavoratore ignaro delle conseguenze?
Pertanto ribadiamo che siamo contrari a questo tipo di astensionismo senza senso, assecondato da sindacati che ambiguamente si propongono per altri fini, per cui, nel condannare queste forme di lotta, irrispettose delle leggi in materia, per un rigoroso rispetto dei ruoli, chiediamo all’azienda un intervento nei confronti delle OO.SS. promotrici di eventi del genere, oggi appoggiati dal delegato territoriale della O.S. Fit-Cisl.
La FLAICA CUB manifesta l’immediata disponibilità ad un incontro urgente, al fine di chiarire la posizione della scrivente, relativamente alle procedure previste dalla 146/90 e dei servizi minimi essenziali e dei propri associati in merito a quanto accaduto.

Open