• Gio. Ott 28th, 2021

Stupore per l’indagine sull’Istituto Mater Amabilis in città

Indagate due suore educatrici della nota scuola cittadina di Casagiove

CASAGIOVE. Sia ‘Cronache di Caserta’ che le altre testate giornalistiche locali stamattina hanno battuto la notizia che riguardava le offese, gli schiaffi e gli insulti che i piccoli studenti dell’Istituto ‘Mater Amabilis’ di Casagiove ricevevano all’interno della nota scuola cittadina durante lo scorso anno scolastico.

Nel mirino dell’indagine investigativa di cui abbiamo saputo stamattina, sono finite sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti due suore educatrici della scuola G.D.M di 57 anni, B.P. 52 anni. Nei loro confronti è scattata l’indagine da parte della Procura di Santa Maria Capua Vetere dopo le testimonianze rese dai genitori dei bambini ai carabinieri della locale Stazione. Intanto dopo la conoscenza dell’articolo diffuso dalle varie testate in città, si è diffuso nella comunità di Casagiove uno stupore incredibile, nessuno riesce a capacitarsi per la notizia, le mamme con i papà hanno avuto già da sempre qualche sospetto quando i loro figli, tutti intorno ai 6 anni, tornavano dopo la fine delle lezioni a casa con i lividi, manifestando la voglia di non tornare a frequentare i banchi dell’istituto dopo scuola il mattino seguente.

I militari dell’Arma dei carabinieri ascolteranno i bambini con l’ausilio di personale specializzato, facendo emergere quanto accadeva in aula in presenza delle due suore: schiaffi al volto e sulle gambe, insulti, tirate di capelli, tirate di orecchio ed in alcuni casi i bambini venivano anche chiusi direttamente in bagno a chiave. Le violenze sarebbero avvenute durante lo scorso anno scolastico, alle due suore ieri è stato già notificato l’avviso di garanzia con l’accusa di aver abusato dei mezzi di correzione in danno degli stessi alunni.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale

1 commento su “Casagiove. Insulti ed offese agli studenti, due suore indagate”
  1. Lo stupore di cosa???Si è sempre saputo che avevano questi metodi…Non so come i genitori abbiano fatto a mandarli li….ricordo il catechismo…..

I commenti sono chiusi.