Sab. Mag 30th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Teano. Si insedia il nuovo vescovo Cirulli. Sepe: “A Maronn c’accumpagn”

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Una cattedrale gremita di gente oggi pomeriggio ha accolto il nuovo vescovo della diocesi di teano-calvi. Il maltempo non ha rovinato la festa. Sono accorsi tutti dalle varie zone della diocesi per assistere al passaggio del pastorale tra monsignor Arturo Aiello ora vescovo della diocesi di Avellino e monsignor Giacomo Cirulli, erano presenti inoltre anche numerosi suoi conterranei. Il discorso introduttivo del sindaco ha aperto la cerimonia,successivamente la parola è passata al vescovo Arturo Aiello per il suo ultimo discorso li da quell’altare da cui ha scosso anime è svegliato cuori in questi anni. Con la frase “eccomi ora sono tra voi” monsignor Giacomo Cirulli è entrato a far parte della diocesi di Teano Calvi. La S.Messa è stata seguita con partecipazione da tutti i presenti , a concludere il tutto le parole del Cardinale Sepe: “a Maronna c’accumpagn!” Poco dopo la comunione il vescovo Aiello è andato via,in silenzio,senza grandi clamori, senza troppe lacrime o sorrisi. Parlando con i giovani si avvertiva molto la nostalgia di un Padre che sembra averli abbandonati, ma allo stesso tempo si percepiva la rassegnazione di un disegno più grande a cui si deve sottostare.

(dalla nostra inviata Tommasina Pecoraro)

Ailano. Il malcontento dell’Amministrazione Comunale per l’organizzazione della festa patronale

Sessa Aurunca – Nomina prestigiosa per Don Guttoriello, la soddisfazione del Vescovo Piazza

 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close