Breaking NewsCoronavirusPagina NazionalePoliticaScuola

Vaccini, Del Sesto (M5S): “Personale scuola e università non residente nel Lazio ancora in attesa”

Le dichiarazioni della deputata del M5S Del Sesto

ROMA. Non ha ancora trovato una soluzione complessiva il delicato problema delle vaccinazioni per il personale universitario e scolastico in servizio in una regione diversa da quella in cui è residente.

“Sono passate due settimane dalla presentazione della mia interrogazione parlamentare – dichiara l’on. Margherita Del Sestoal fine di ottenere chiarimenti da parte del Governo sulle discrasie rilevate nella gestione, da parte delle regioni, delle somministrazioni vaccinali al personale scolastico e universitario non residente ma, nonostante i numerosi solleciti inoltrati nei giorni scorsi, la situazione risulta, pressoché, invariata”.

A tal proposito, appare emblematica la vicenda che coinvolge il personale campano in servizio nel Lazio. Si tratta di oltre 4.000 lavoratori, che, al momento, non sono oggetto di vaccinazione né da parte della Regione Campania – che, all’opposto, ha aperto le vaccinazioni anche al personale non residente – né da parte della Regione Lazio, che, invece, sta somministrando il vaccino solo al personale residente.

“Per tentare di sanare questa incresciosa situazione – conclude la parlamentare della VII Commissione Cultura della Camera – ho scritto, poche ore fa, anche all’assessore alla Sanità della Regione Lazio, al fine di ottenere un riscontro sulle azioni che intenda mettere in campo, tempestivamente, per vaccinare il personale scolastico e universitario non residente, utilizzando la medesima modalità applicata per il personale sanitario, ossia che la somministrazione venga effettuata nella regione in cui si presta servizio. Tutto ciò, anche per evitare consistenti spostamenti interregionali, peraltro, vietati dalle disposizioni vigenti”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.