Ven. Mag 29th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Vairano Patenora. La storia di Filomena Lamberti approda in provincia di Caserta

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

VAIRANO PATENORA. Venerdì prossimo, 18 gennaio, a partire dalle ore 17, presso l’Auditorium Parrocchiale di Vairano Patenora, in provincia di Caserta,

Filomena Lamberti, la donna sfigurata con l’acido dal marito, Vittorio Giordano, dialogherà con il pubblico e con i giornalisti, Salvatore Minieri e Thomas Scalera.

La storia di Filomena differisce però da molte altre, perché una notte, mentre la donna riposava nel suo letto (28 aprile 2012), l’uomo che pensava di amare le gettò sul viso dell’acido che si usa per sgorgare le tubature. L’unico caso in cui la vittima non era cosciente e capace di difendersi, al momento della terrificante aggressione con il liquido corrosivo. Niente sono riusciti a fare i medici dell’ospedale che l’hanno soccorsa: una parte di un braccio è stata persa, così come sono stati sfregiati i lineamenti del viso, ricostruiti in parte con una serie di dolorosi interventi chirurgici. Un vero e proprio incubo, causato dal marito e carnefice, che ha rovinato la vita di Filomena. Oggi, Filomena Lamberti gira l’Italia per ridare speranza a ogni donna, con il suo esempio di coraggio e dignità. Venerdì prossimo, la signora Lamberti presenterà anche il suo libro, “Un’altra vita”, racconto senza filtri sulla sua terribile e angosciante vicenda umana. L’evento è presentato dal Centro Antiviolenza “Spaziodonna Linea Rosa” Salerno, dalla casa editrice Edizioni Italia e dal giornale V-News.it. Per la prima volta, Filomena Lamberti discuterà direttamente con il pubblico, senza la mediazione di una telecamera. Un evento imperdibile.

Leggi anche:

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close