• Ven. Ott 22nd, 2021

Vairano Patenora. La storia di Filomena Lamberti approda in provincia di Caserta

VAIRANO PATENORA. Venerdì prossimo, 18 gennaio, a partire dalle ore 17, presso l’Auditorium Parrocchiale di Vairano Patenora, in provincia di Caserta,

Filomena Lamberti, la donna sfigurata con l’acido dal marito, Vittorio Giordano, dialogherà con il pubblico e con i giornalisti, Salvatore Minieri e Thomas Scalera.

La storia di Filomena differisce però da molte altre, perché una notte, mentre la donna riposava nel suo letto (28 aprile 2012), l’uomo che pensava di amare le gettò sul viso dell’acido che si usa per sgorgare le tubature. L’unico caso in cui la vittima non era cosciente e capace di difendersi, al momento della terrificante aggressione con il liquido corrosivo. Niente sono riusciti a fare i medici dell’ospedale che l’hanno soccorsa: una parte di un braccio è stata persa, così come sono stati sfregiati i lineamenti del viso, ricostruiti in parte con una serie di dolorosi interventi chirurgici. Un vero e proprio incubo, causato dal marito e carnefice, che ha rovinato la vita di Filomena. Oggi, Filomena Lamberti gira l’Italia per ridare speranza a ogni donna, con il suo esempio di coraggio e dignità. Venerdì prossimo, la signora Lamberti presenterà anche il suo libro, “Un’altra vita”, racconto senza filtri sulla sua terribile e angosciante vicenda umana. L’evento è presentato dal Centro Antiviolenza “Spaziodonna Linea Rosa” Salerno, dalla casa editrice Edizioni Italia e dal giornale V-News.it. Per la prima volta, Filomena Lamberti discuterà direttamente con il pubblico, senza la mediazione di una telecamera. Un evento imperdibile.

Leggi anche:

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru