campaniaCronacaNews

Circello. I Carabinieri sventano una truffa ad un anziano: ecco come

I militari dell’Arma hanno sventato una truffa ai danni di un anziano 80enne

CIRCELLO (BN). Questa mattina i Carabinieri di Colle Sannita hanno sventato un tentativo di truffa ad un anziano da parte di un sedicente postino che avrebbe dovuto consegnare ad un ottantenne di Circello, in provincia di Benevento, un pacco spedito da un nipote, che vive in Svizzera, per un controvalore di circa 5.000 euro.

L’anziano, notando qualcosa di sospetto, ha avvisato i Carabinieri della locale Stazione, i quali, in abiti borghesi, dopo averlo accompagnato presso l’ufficio postale senza che l’anziano ritirasse i soldi, lo “scortavano” per tutto il percorso sino alla sua abitazione in attesa della consegna del pacco.

L’attesa, ha sortito esito negativo, poiché nessun soggetto malintenzionato si è presentato presso l’abitazione dell’anziano a incassare il denaro, presumibilmente a causa della presenza dei suoi “accompagnatori” che hanno evidentemente scongiurato che la vittima rimanesse sola.

Si vuole rimarcare la campagna di sensibilizzazione svolta dal Comando Provinciale Carabinieri nei confronti dei tristi episodi delle truffe ai danni di persone anziane che, in questo caso, non è andato a segno grazie all’ intervento dei militari dell’Arma su richiesta tempestiva della stessa vittima.

I consigli dei Carabinieri

Facendo tesoro dei consigli che l’Arma da tempo offre, il Comando Provinciale Carabinieri rinnova l’invito ai cittadini a porre la massima attenzione allorquando ignoti interlocutori, spacciandosi per familiari o rappresentanti di Enti o Istituzioni, rivolgono pretestuose richieste, con particolare riferimento agli anziani che vivono da soli e risultano obiettivi maggiormente a rischio.

Si rammenta di non aprire la porta di casa agli sconosciuti anche se si qualificano come appartenenti alle forze dell’ordine, avvocati o dichiarino di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità (Enel, Inps, fornitura Gas, Telecom, etc.). Prima di farlo è necessario contattare un familiare ovvero il numero di emergenza “112”, i cui operatori provvederanno immediatamente ad inviare militari che forniranno la necessaria assistenza.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.