CalcioNews

Napoli: il 2020 e il mercato degli svincolati

Gennaio è qui: gli occhi e le tasche di molti club sono giàproiettati verso il calciomercato estivo e non a quello digennaio che chiuderà il31 alle ore 20 presso l’Hotel Melià di Milano.Seppur importante, la sessione invernale, che si apriràufficialmente il 2 gennaio, a differenza di Premiere, Ligue 1 eBundesliga che cominceranno il primo dell’anno, ciò che davverointeressa gli strateghi del calciomercato è la sessione estiva. Inquest’ultima, infatti, vedremo fior fiori di giocatorisvincolarsi a parametro zero dalle proprie squadre ed alcuni di lorosi dimostreranno dei veri e propri gioielli. I possibili svincolatici sono anche in casa Napoli e parliamo non di due qualsiasi, bensìdi due tenori quali Mertens e Callejón.

Gattuso ed i suoi uomini dovranno dunque cercare compattezza prima nello spogliatoio e poi, forse, il mister potrà provare a chiedere una pedina al presidente De Laurentiis. Si parla molto insistentemente di uno scambio Napolitano-Llorente, il mancino potrebbe essere utilizzato come Gattuso aveva fatto giocare Suso a Milano (con risultati eccelsi, forse il miglior Suso visto in Italia) e l’attaccante spagnolo andrebbe invece a far rifiatare Lukaku. 

Mercato in entrata ed in uscita

Come detto precedentemente, alla maggior parte dei tifosi partenopei interessa trattenere i suoi gioiellini nonché uomini simbolo come Callejón e “Ciro” Mertens in scadenza a giugno 2020. Molto, forse tutto, dipenderà dalla qualificazione del Napoli alla prossima Champions, che attualmente molti siti di scommesse danno per davvero poco probabile, visto il calo di tensione avuto fra ottobre e novembre ed i punti persi in campionato che sono costati addirittura la panchina a Carlo Ancelotti. Giuntoli si è detto pronto a trattare e a fare da mediatore fra società e calciatori per arrivare ad un punto d’accordo che possa soddisfare entrambe le parti: l’esterno spagnolo è tentato dalla Cina, in particolare dal club dove ritroverebbe Hamšík e Benítez e soprattutto un contratto da 10 milioni di euro a stagione. Discorso diverso per Mertens, invece, il quale vorrebbe fortemente restare a Napoli e provare a vincere. Il belga continua a rifiutare offerte allettanti sia economicamente (Cina), sia tecnicamente (Borussia Dortmund) perché gradirebbe trovare un compromesso fra la sua domanda (triennale a quattro milioni) e l’offerta di De Laurentiis (biennale a tre milioni) che gli permetterebbe di vestire i colori azzurri ancora per molto. Fra i nomi dei calciatori che si svincolano nel giugno prossimo ce n’è uno che fa sognare i tifosi partenopei, parliamo di Edinson Cavani: la punta dell’Uruguay sembra aver perso un po’ il feeling con l’ambiente parigino e l’arrivo di un bomber come Icardi, più giovane e meglio pagato sembra non abbia affatto giovato all’umore del “matador”. Una zona del campo in cui il Napoli ha forse bisogno già da gennaio è la linea mediana, proprio quel ruolo prima occupato da Jorginho, pare non aver trovato un erede. Giuntoli ha messo sulla propria lista cinque nomi tutti di alto profilo: Torreira (Arsenal 30 milioni); Lobotka (Celta Vigo 35 milioni), consigliato da Marek Hamšík a Giuntoli; Berge (25 milioni del Genk) di grande prospettiva tanto che lo vuole anche il Liverpool, anche se non convince l’ambiente perché troppo giovane; Sandro Tonali (Brescia 35 milioni), il giocatore considerato da molti l’erede di Pirlo, sembra essere il profilo adatto al Napoli, è giovane, ma ha già personalità da vendere ed è già nel giro della Nazionale oltre ad avere una grande struttura fisica per aggiungere centimetri alla squadra.

I tifosi partenopei attenderanno e vivranno questa sessione di calciomercato con la solita passione di sempre, ma sicuramente ciò chepreme al cuore dei supporters azzurri è il futuro dei suoi duetenori Mertens e Callejón, legatissimi alla città e allatifoseria. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.