• Lun. Ott 25th, 2021

Riardo. La sfiducia al Sindaco diventa un boomerang clamoroso

Il consiglio è stato una vera e propria “caporetto” per i detrattori del sindaco Fusco

Lo stesso Carbone ha votato la fiducia al Sindaco, smentendo se stesso

Si è appena concluso il consiglio comunale convocato dal Sindaco con all’ordine del giorno una mozione di fiducia a seguito delle accuse a lui rivolte dal vice sindaco Elio Carbone e riportate dagli organi di stampa, che evidenziava presunte irregolarità nella gestione amministrativa con chiari riferimenti a presunti abusi .

Il Sindaco mostrando la mozione di fiducia ripercorreva le tappe fondamentali dell’azione amministrativa sviluppatasi dalla data di insediamento ad oggi e dimostrava citando fatti e circostanze la correttezza del proprio operato, delineando le linee programmatiche da attuare in futuro. Affermava in maniera chiara che le illazioni e le accuse ricevute ed alimentate dalla stampa non solo erano infondate ma erano state ispirate anche da soggetti esterni al consiglio comunale e nei confronti dei quali il vice sindaco che ha dimostrato di non conoscere affatto le norme della materia amministrativa si era lasciato indurre in clamorosi errori culminati nelle azioni che ha posto in essere. A seguito della discussione in consiglio comunale nella quale sono intervenuti anche il capogruppo di maggioranza e quello di minoranza, l’intero consiglio comunale ha votato la fiducia al Sindaco, il quale ovviamente per ragioni di opportunità politica si è astenuto dalla votazione.

La clamorosa votazione della fiducia al Sindaco di Elio Carbone che ha smentito se stesso e quanto ha compiuto negli ultimi tempi minando la credibilità e la coesione dell’amministrazione comunale ha indotto molte persone nel folto numero dei presenti al consiglio comunale a farsi qualche domanda.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru