Breaking NewsCronacaNewsPagina Nazionale

Roberta Siracusa uccisa e gettata in un burrone. L’orrore

La tragica scoperta è avvenuta a Caccamo

Ad uccidere la giovane Roberta Siracusa forse il ragazzo

PALERMO – Roberta Siracusa uccisa e gettata in un burrone. Questa la tragica fine della povera Roberta Siracusa il cui corpo è stato ritrovato bruciato e gettato in un burrone a Caccamo in provincia di Palermo, precisamente in località Monte San Calogero. Il fidanzato avrebbe confessato l’efferato delitto.

Alle ore 09:30 di stamane il giovane 19enne P.M. si è presentato in caserma accompagnato da un legale e dal proprio padre. Il ragazzo ha poi accompagnato gli investigatori in una zona periferica conducendoli verso un burrone dove si trovava il cadavere di Roberta Siracusa di soli 17 anni, la sua fidanzata. Il ragazzo costituitosi avrebbe confessato l’efferato omicidio.

La giovane Roberta Siracusa uccisa a Caccamo

La scomparsa della ragazza era già stata segnalata dai genitori e la procura dei minori si stava occupando del caso. Secondo una prima ricostruzione Roberta sarebbe stata uccisa e il suo corpo parzialmente bruciato, corpo che poi è stato gettato dal fidanzato nel luogo da lui stesso indicato alle Forze dell’Ordine.

Ancora non sono state rese note le dinamiche dell’omicidio ma gli inquirenti lavorano per ricostruire l’intera vicenda. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, la Scientifica per i rilievi del caso, il medico legale ed il PM della Procura della Repubblica di Termini Imerese.

Una comunità sotto shock quella di Caccamo che piange oggi la tragica scomparsa della giovane. Il nome di Roberta purtroppo si va ad aggiungere alla lunga lista di femminicidi che si consumano ogni giorno nella nostra nazione.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
1
In Love
0
Not Sure
2
Silly
4
Valentina Pinelli
Classe 86 vive a Vairano Patenora ha collaborato per 10 anni con un quotidiano campano. Ama scrivere romanzi, leggere e stare a contatto con la natura.

    Comments are closed.