• Mar. Ago 9th, 2022

US Acli, la consigliera Petrillo presenta un progetto

La consigliera Immacolata Petrillo ha presentato un progetto, approvato dal Presidente Alessandro Pepe

Immacolata Petrillo, consigliere provinciale dell’US Acli, continua il suo lavoro di aiuto concreto verso i fragili ma anche verso chi è stato duramente colpito dalla pandemia. All’interno del coordinamento provinciale delle Acli, la consigliera ha presentato un progetto, approvato dal Presidente Alessandro Pepe, che va nella direzione del concreto aiuto nella ripartenza per i settori commerciali duramente colpiti dalla chiusura forzata, atta a contrastare la diffusione del contagio SARS-COV2. “Dare una mano nel riavvio e in un nuovo inizio e innanzitutto aiutare le piccole aziende che operano nella ristorazione e anche nell’artigianato:  questo, ora, è il mio obiettivo come consigliera Acli”. Così racconta la Petrillo e continua: “La pandemia ha fermato l’economia del nostro Paese e ovviamente le aree più interne sono state maggiormente penalizzate. I piccoli borghi come Cusano vivono dell’artigianalità e della genuinità dei propri prodotti e servizi e quando una pandemia ferma tutto piuttosto che piangersi addosso bisogna subito pensare a una ripartenza”.

E proprio il progetto di “Ripartenza”, di dare aiuto concreto è nato dalla Petrillo affinché si possa dare ampia visibilità alle piccole aziende di ristorazione e artigianato locale pronte ad accogliere turisti, visitatori, e amanti di un turismo lento e green. “Ieri ho cominciato la prima di varie tappe che seguiranno – prosegue – Ho visitato l’osteria Marcellino di Cusano Mutri e sono stata calorosamente accolta da Angelo Di Biase. Ho visitato questo antico casolare che voglio far conoscere e riproporre e che da circa sessant’anni porta avanti il buon nome di famiglia nel settore enogastronomico del nostro territorio. Una osteria molto apprezzata dai tanti visitatori di Cusano che desiderano immergersi nella vita del borgo, nella cucina fatta in casa, nei sapori genuini di una volta che caratterizzano la nostra Cusano”. Una rinomata osteria che ultimamente ha introdotto una novità da presentare ai suoi visitatori. “Da poco presso l’Osteria è possibile fare un percorso di visita degli animali dell’azienda. Una sorta di mini fattoria per i più piccoli, ma anche per i più grandi che hanno voglia di immergersi nella caratteristica vita rurale del nostro borgo, lontani da caos e stress. Una passeggiata nella natura, in una azienda che offre ospitalità e pernottamento, oltre alla tradizionale cucina casereccia che tutti, da decenni, apprezzano”.

Un aiuto concreto, dunque, nella rivalorizzazione territoriale del borgo di Cusano e delle sue eccellenze. Questo l’impegno della Petrillo che, tra l’altro, annuncia una ulteriore novità. “Da pochi giorni a Cusano Mutri, in via Orticelli, è stato aperto un US Acli point, per volere del Presidente Pepe.  Si tratta di una piccola delegazione del coordinamento provinciale, una succursale del quale sono responsabile. Lavorerò all’interno del centro cusanese nell’ambito delle mie deleghe, quali il settore sportivo, la lotta contro ogni forma di violenza, e la valorizzazione del territorio e del bene comune, al fianco dei cittadini. Accoglierò le loro istanze e sarò pronta ad ascoltare le problematiche della mia gente per poter tradurre in concretezza idee e progetti, e apportare soluzioni, laddove fosse necessario”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.