• Ven. Ago 12th, 2022

Ventisettesimo turno del campionato di Serie A

Presentazione del ventisettesimo turno del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). La giornata numero ventisette del campionato di Serie A, si è aperta con i match che hanno visto scendere in campo le due milanesi ed hanno certificato l’andamento a marce ridotte delle due squadre. La flessione, è figlia di una mancanza di lucidità in fasi cruciali delle gare, evidenziata anche dall’opaco pareggio di ieri per entrambe. Per la cronaca, i rossoneri allenati da Stefano Pioli, sono stati fermati sull’ 1 – 1 nel catino amico del “Giuseppe Meazza”, dall”ordinata e compatta compagine bianconera friulana dell’Udinese, guidata da mister Gabriele Cioffi. Per quanto concerne i cugini neroazzurri dell’Inter, non sono riusciti ad andare oltre uno scialbo pareggio a reti bianche maturato in trasferta al “Luigi Ferraris “,contro il pericolante sodalizio rossoblù del Genoa del trainer tedesco Alexander Blessin. Uno  0 – 0, che non può certamente accontentare la truppa guidata da Simone Inzaghi, arrivata in teoria in terra ligure con ben altre idee e intenzioni, non tramutate poi nella pratica sul tappeto verde.

Passando alle gare odierne, sono tre quelle in programma alle 15 allo stadio “Arechi”, tra la Salernitana e il Bologna, quella tra l’Empoli  e la  Juventus alle 18 e  quella tra Sassuolo – Fiorentina alle 20,45. Analizzando, il match che farà da apripista e cioè quello in programma allo stadio “Arechii “, tra i granata allenati dal pugnace Davide Nicola, opposti ai rossoblù felsinei di mister Sinisa Mihajlovic, si prevede combattuto, poichè i campani, pur essendo gli ultimi della classe, non hanno mollato sul piano mentale e godono di una buona condizione atletica inoltre nello scorso mede si gennaio hanno operato molto sul mercato potenziando la rosa e cambiando anche la guida tecnica chiaro sintomo che credono ancora ad una salvezza che sarebbe un autentico capolavoro, nonostante le speranze al momento appaiono flebili. Nel tardo pomeriggio i riflettori si accendono sul match del “Castellani ” dove gli azzurri empolesi di Aurelio Andreazzoli, ospitano la Vecchia Signora, la Juventus di Massimiliano Allegri. Per  i  toscani che stanno attraversando un periodo critico per quanto concerne i risultati c’è lo stimolo di affrontare un avversario di rango con il fine di conseguire un risultato prestigioso che avrebbe un duplice significato, ritornare al successo dopo un lungo periodo buio e inoltre pregiarsi di aver ottenuto per due volte lo scalpo di cotanto illustre avversario. Sulla sponda bianconera, quest’ultima formazione, seppur incerottata a causa delle tante assenze che ne hanno falcidiato la rosa, non può permettersi ulteriori passi falsi per evitare che possa sfumare l’obiettivo primario della stagione e cioè un posto nell’eldorato palcoscenico europeo, la Champions League, traguardo da non fallire per non appesantire ulteriormente il passivo di bilancio societario. Pertanto la parola d’ordine in casa Juventus dopo tre pareggi consecutivi tra campionato e coppa è vincere. A chiudere il quadro di oggi il già citato confronto del “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, tra i neroverdi di casa del Sassuolo di Alessio Dionisi che ricevono la visita della compagine viola gigliata della Fiorentina del condottiero Vincenzo Italiano. Questa partita si prevede divertente, grazie al gioco offensivo che prediligono entrambe le formazioni, complice la vocazione inculcata dai rispettivi tecnici, giovani e rampanti. Nel precedente turno hanno vinto sia il Sassuolo, in trasferta contro l’Inter, violando il tempio del “Giuseppe Meazza ” con il risultato di 0 – 2  che la Fiorentina che si è imposta nel catino amico dell’Artemio Franchi”, sconfiggendo per 1 – 0, la Dea neroazzurra, l’Atalanta allenata da Giampiero Gasperini.

Le gare di domani iniziano con il lunch match delle 12,30 quello della stadio ” Grande Torino ” tra i granata del tecnico balcanico Ivan Juric e i rossoblù del Cagliari guidati dal toscanaccio  Walter Mazzarri. Il confronto riveste la massima importanza per gli ospiti, poichè i sardi hanno un bisogno impellente di punti per cementare una classifica non anemica ma traballante. Sul versante dei padroni di casa invece si respira un’atmosfera di beata tranquillità vista la confortante posizione che la squadra occupa, poichè veleggia in una posizione confortevole lontana dai patemi e spettri del recente passato che la vedevano impelagata nella zona a rischio, quella della retrocessione. Verona – Venezia il derby veneto che si disputa alle 15 teatro della sfida lo stadio “Marcantonio Bentegodi”, tra i gialloblù del trainer croato Igor Tudor, gigante dal carattere da sergente di ferro ed il club arancioneroverde neopromosso del Venezia di mister Paolo Zanetti, vede i locali veronesi vittoriosi all’andata conseguita in trasferta al “Penzo”, grazie ad una rocambolesca rimonta dallo 0 – 3 al 3 – 4, tranquilli e sereni per l’ottimo campionato fino ad ora disputato, ma certamente conoscendo la garra del comandante della nave scaligera manterrà tutti sulla corda concentrati e allineati poichè non sottovaluta un avversario che nella suddetta partita di andata li fece soffrire prima dell’incredibile e quasi insperato ribaltone finale giunto praticamente al tramonto del match. inoltre il derby insegna che essendo una gara particolare la classifica non conta pertanto esula da ogni pronostico. Sulla sponda veneziana il catamarano lagunare bisognoso di punti cerca di non imbarcare acqua e conseguentemente affondare in classifica poichè la posizione è abbastanza pericolante. Allo 18 l’attenzione è puntata sullo stadio “Alberto Picco”, dove va in scena il match tra i bianconeri liguri dello Spezia guidati da Thiago Motta, tecnico di sangue verdeoro, opposti alla formazione giallorossa della Roma, guidata dall’istrionico e per tanti versi pittoresco Josè Mourinho, quest’ultimo molto nervoso e arrabbiato e che spesso con il suo show durante e dopo gara contro gli arbitri ha dato vita a situazioni antipatiche ed anacronistiche. Gli spezzini puntano alla vittoria per migliorare la posizione in chiave salvezza, poichè l’obiettivo è restare a distanza di sicurezza dalla zona calda, mentre gli ospiti capitolini cercano di rilanciarsi, dopo risultati deludenti che fanno prolungare il periodo no delle proverbiali vacche magre. Alle 20,45 il posticipo è quello dello stadio “Olimpico” che accende le sue abbaglianti luci per il match tra l’aquila biancoazzurra, la Lazio di Maurizio Sarri ex di turno e il club azzurro partenopeo del Napoli di Luciano Spalletti, gara che promette goal e spettacolo.

A completare il quadro degli incontri di questo ventisettesimo turno il posticipo di lunedì, quello del Gewiss Stadium, tra i neroazzurri dell’Atalanta di Giampiero Gasperini e la compagine blucerchiata della Sampdoria allenata da Marco Giampaolo. I favori del pronostico sono tutti per i bergamaschi anche se gli ospiti liguri non sono certamente intenzioni a stendere un tappeto rosso agli avversari.   

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale