• Lun. Lug 4th, 2022

Al Nuovo Teatro Sanità va in scena “Megastark”, storia di un robot per bambini diventato simbolo del movimento LGBT

Terza residenza artistica per giovani compagnie under 35 al Nuovo Teatro Sanità, che dall’11 al 13 febbraio presenta Megastark, scritto da Luigi Leone, interpretato da Mario Cangiano, Maria Francesca Duilio, Luigi Leone, Chiara Vitiello, per la regia di Andrea Cioffi. In scena, la storia di un robot per bambini che per un errore di progettazione diventa il simbolo della parità dei sessi e del movimento LGBT. Lo spettacolo si avvale delle scene di Trisha Palma, dei costumi di Rosario Martone ed  è prodotto da Il Demiurgo. Costo del biglietto 12 euro. Info e prenotazioni al 3396666426 oppure all’indirizzo e-mail info@nuovoteatrosanita.it.

Il lavoro teatrale di Luigi Leone racconta la storia di Lambert e Candida: i due presentano il progetto di un robot per bambini di nome Megastark ad un’azienda di giocattoli. Lambert, affetto da daltonismo, usa il pennarello sbagliato, e la commissione riceve un robot completamente rosa. Sandro, direttore dell’azienda, depresso da tempo, esaminando le proposte sceglie quella più fallimentare, Megastark appunto, in modo da annientare masochisticamente le sue finanze. E il giocattolo viene prodotto. Intanto una vlogger che ha documentato la vicenda, viene aggredita per strada, e riesce a difendersi usando come arma proprio il robot. Dopo l’accaduto Megastark diventa simbolo della parità dei sessi, del movimento LGBT e di tutte le minoranze: un’icona mediatica rivoluzionaria.

Costo del biglietto unico 12 euro

Info e prenotazioni:

3396666426

info@nuovoteatrosanita.it

www.nuovoteatrosanita.it

Programmazione:

venerdì 11 e sabato 12 febbraio ore 21.00

domenica 13 febbraio ore 18.00

Nuovo Teatro Sanità – Piazzetta San Vincenzo 1, Rione Sanità

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa