• Ven. Ott 22nd, 2021

movimentocaleno

CALVI RISORTA. Si è tenuto presso la Villa comunale di Petrulo, un gazebo informativo tenuto dall’associazione “Movimento Caleno” per dire le ragioni del No.
Tra i patrocinatori dell’iniziativa il sig. Carmine Graziano, Enzo Rossi, che si sono affiancati a vecchi militanti del Movimento come Antonio Fattore, Enzo Izzo, Gianluca Parisi.
Graziano (nella foto): “Siamo presenti, oltre che per ribadire le ragioni del no, anche per raccogliere soci nell’associazione Movimento Caleno, associazione regolarmente registrata presso l’agenzia delle entrate”.
L’iniziativa segue quella di domenica scorsa, tenutasi presso il largo del Municipio, che però aveva visto una scarsa presenza di militanti, vista la concomitanza del presidio – sopralluogo presso le fumarole tossiche della discarica dell’ex Pozzi.

Proprio riguardo le fumarole un’altra associazione la rete ArcheoCales ha fatto sapere di interrompe le visite all’area archeologica di Cales, la città antica, che dista solo qualche centinaio di metri da fumo inesausto che fuoriesce dalle viscere della terra, una terra un tempo prolifica e genuina che la bulimia del potere ha reso veleno. In una nota stampa, fanno sapere: “A cosa serve portare schiere di cultori interessati alla nostra storia se tutt’intorno è solo morte e distruzione? Questo il motivo per cui, fino a quando non ci sarà un intervento serio e risolutivo, nonché un progetto di bonifica non virtuale, – si legge in una nota stampa – interrompiamo le attività al sito antico, per tutelare noi stessi e quanti ci chiedono di accompagnarli alla scoperta di Cales!” La ex Pozzi è la spina nel fianco più evidente dello scempio che i responsabili hanno permesso e che continuano sapientemente ad alimentare”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru