• Lun. Ott 25th, 2021

Caserta/Marcianise. Camorra, estorsioni per favorire il clan “Belforte”: due arresti

DiThomas Scalera

Apr 12, 2017

CASERTA/MARCIANISE. Questa mattina i Carabinieri di Caserta hanno arrestato il 32enne Salvatore Belforte e lo zio di 45 anni Benito Belforte, rispettivamente figlio e fratello del boss Domenico Belforte, capo dell’omonimo clan camorristico attivo a Marcianise e a Caserta. I due sono ritenuti responsabili del reato di associazione per delinquere di stampo camorristico e del delitto di estorsione aggravata dal metodo mafioso, con l’obiettivo di favorire l’organizzazione camorristica del clan “Belforte”. I militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia che ha coordinato le indagine. Queste hanno confermato l’operatività del gruppo, nonostante la scelta di collaborare con la giustizia intrapresa da Salvatore Belforte, nell’imposizione dei reati estorsivi ai danni di imprenditori di Marcianise. Le attività di monitoraggio hanno evidenziato che le vittime delle estorsioni erano costrette a “finanziare” esponenti del clan Piccolo e Belforte, considerata da loro fonte sicura di approvvigionamento.

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru