• Ven. Ott 22nd, 2021

Portico di Caserta, Francesca Iodice presenta “Discernimento Interiore.” Arte E Bellezza S’Incontrano e si Fondano

DiThomas Scalera

Gen 4, 2018

PORTICO DI CASERTA.  “Nulla antepone all’arte” una frase che ricorre spesso nelle opere pittoriche della giovanissima  artista astro-nascente dell’arte contemporanea casertana Francesca Iodice. Essa ci dice che il destino umano è quello di amare e di essere amato, esperienza primigenia che trova la sua espressione somma, nel rapporto con il bello e nella dimensione naturalistica dell’arte. La grande pittura della giovanissima artista di Portico commuove da sempre sulle grandi idee. Le grandi idee hanno da sempre un effetto meraviglioso: stimolare lo spirito della pittrice oppure soffocarlo. L’idea di Francesca Iodice è l’osservazione del cuore. Un forte pellegrinaggio verso una parte nascosta, quella sentimentalista, quella che rappresenta la pratica del dipingere. Il suo sguardo si veste di indagine artistica rimanendo sulla figura della donna; schivando con cura la compiacente purezza, l’impassibile iperrealismo ed il limbo dell’avanguardia.

Nell’opulenza della civiltà dove oggi c’è sempre meno spazio, meno ossigeno, meno amore, meno tempo; in questa cultura dell’urgenza del fulmineo, già usato, del fare senza pensare; la nostra artista diventa una splendida essenza; la sua arte diventa come un dinosauro sopravvissuto; con un pesantissimo bagaglio: il dolore nascosto della sua conoscenza.

Nel suo veloce passaggio sulla sua pittura che gira nello spazio, in questo dissolversi, l’artista rifugge dal segno effimero, casuale, immediato, sperimentale, dall'<atto gratuito>; celebrando, dopo una gestazione lunga, il segno insaziabile dei suoi valori umani. Nelle sue opere ideali di bellezza e sogni  si sono consegnati all’immagine della donna, dandone finitezza all’immagine descrittiva. “Discernimento Interiore” rappresenta l’emblema del dolce amore , certo, l’ amore  nato come una protesta di individualista protesta contro tutto un clima mosso da un bisogno profondissimo, ma con un significato generale, una lezione per tutti, di non-rinuncia, di coraggio alla felicità. Come questa lezione si tradurrà nell’opera creativa è ancora da vedersi afferma la Iodice,  Se manca  l’amore tutta la sua  vita  si sgomitolerebbe addosso. L’artista ha sempre considerato la sua natura  un’eroina di Ibsen,  paragonandosi ad  un  scritto di Cechov. Ma non è vero, non è vero. Gli eroi di Cechov afferma la Iodice,hanno la pateticità e la nobiltà degli sconfitti. Io no: o vinco o mi annullo nel vuoto incolore. Quindi grazie all’arte  vinco, vinco, sotto le idee  frustate della società di oggi. La sua pittura esalta aspetti  dell’eroina dannunziana, la grande donna pratica e coraggiosa,  si muove da regina e da amazzone e trasforma la vita più accidentata e difficile in una meravigliosa cavalcata d’amore. La pittura  ha  sempre rappresentato per la giovanissima,  un’apprensione quando Francesca disegna  lancia sempre  enorme  gratitudine e amore leggendo le  parole della creatività. L’opera è molto bella, una delle più  eleganti  della  vena  artistica, la sua intelligenza riflette sulle  personalità umane fatta di discrezione e capacità di intendere i tipi più diversi,questa tua gran dote oggi largamente provata nei sui lavori. La sua dote arriva  all’estremo accanimento dell’amore ti fa dire delle cose così acute e sorprendenti che quando parli con lei  di arte  chi la sente rimane  a bocca aperta, abbacinato dentro  un insieme d’ammirazione per l’intelligenza, o incontenibile narcisismo, e di gratitudine amorosa. Ho più che mai bisogno di raccontare l’arte di Francesca Iodice. La sua nascosta  gioia va scoperta, vorremmo tutti noi continuare a scoprire cose  limpide e felici. Una stagione e non la vita? Ora basta, perché  vogliamo incominciare a capire  la vera pittura di Francesca, io voglio scrivere del suo messaggio artistico,  voglio  scrivere,  tastando l’animo pittorico di Francesca, non altro.  Vogliamo concludere paragonando l’opera di Francesca ad uno scritto di  Thomas Mann che prende forma per il Contemporaneo sotto forma di lettera su cosa significa per noi  l’ atteggiamento  classico e razionale al cospetto del concetto nascosto di bello  che si nasconde dietro  l’estrema crisi romantica e irrazionale del nostro tempo. Sono temi che ritornano oggi puntualmente nella cultura e nell’arte contemporanea come nella mia vita: il rapporto dell’artista  con la società, o la coscienza umana dietro la figura femminile, questi sono fattori fondamentali per capire  la coscienza dell’arte di Francesca Iodice. ” Oggi cercare l’arte di Francesca ci fa  sentire briganti,  nonostante a volte siamo solo formiche;
la pittura della giovanissima artista, da sempre ci porta a cercarla, ci  fa sentire regnanti, nonostante non portiamo la corona;
da sempre cerchiamo nei suoi lavori  la commozione del cuore;
da sempre cerchiamo con la sua pittura chi asciuga le nostre lacrime;
da sempre cerchiamo in lei  il regalo divino delle rose dell’amore artistico; in lei sono vive le lacrime del vero sentimentalismo;
ti cerchiamo attraverso la pittura Francesca perché la tua essenza cerca disperatamente le ali di un angelo custode che disperatamente protegge senza la vera dinamicità;
quindi continua a commuovere perché in ogni esperienza d’artista dove il segno è miracolo, che unisce e spera, il tutto ci condurrà sempre sulla soglia dell’uno e del tutto”

Marcianise. Silenziosa, sabato 28 ottobre l’inaugurazione dell’esposizione d’Arte Contemporanea

Grande successo per l’inaugurazione della mostra d’arte “Silenziosa:” Marcianise apre gli orizzonti verso il contemporaneo

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru