• Lun. Ott 18th, 2021

Rigopiano, il bilancio delle vittime sale a 24

DiThomas Scalera

Gen 25, 2017
L’albergo è stato travolto da una valanga il 18 gennaio 2017

Altri corpi sono stati recuperati nella notte tra le macerie dell’albergo, ma i soccorritori non perdono le speranze di trovare sopravvissuti

I soccorritori hanno recuperato nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 gennaio i corpi di altre tre vittime nell’hotel Rigopiano, travolto da una valanga a seguito delle tre forti scosse di terremoto del 18 gennaio 2017. Nella mattina di mercoledì altri tre corpi sono stati estratti dalle macerie.

Sette i corpi trovati dai vigili del fuoco nel corso della giornata di martedì, che si aggiungono a quelli rinvenuti negli scorsi giorni. Il bilancio delle vittime sale così a 24.

Il numero dei dispersi scende invece a cinque, ma non si spengono le speranze per i soccorritori e per i parenti delle vittime di trovare altri sopravvissuti dopo che 11 persone sono già state salvate.

Linda Salzetta è una delle vittime confermate di lunedì 23 gennaio. La ragazza, che lavorava al centro benessere dell’hotel, è la sorella di Fabio, il tuttofare dell’albergo che si è salvato dalla valanga perché si trovava assieme a Giampiero Parete all’esterno della struttura.

In questi giorni Fabio è stato fondamentale per i soccorritori, indicando dove potevamo trovarsi gli eventuali sopravvissuti. Ai vigili del fuoco aveva segnalato dove cercare la sorella, in una zona vicino alla cucina, dove è stato trovato il corpo della ragazza.

A cinque giorni dalla valanga, lunedì 23 gennaio, il salvataggio di tre cuccioli di pastore abruzzese ha ridato speranza alla ricerca.

Fonte: The Post Internazionale

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru