• Mer. Mag 18th, 2022

Sessa Aurunca. Ieri sera la marcia silenziosa per il San Rocco.

SESSA AURUNCA – Ieri sera in piazza XX Settembre, si è tenuta la prima marcia

per la chiusura dell’Ambulatorio di Ginecologia ed Ostetricia del San Rocco.

I Cittadini, nonostante numerose assenze, hanno voluto comunque far sentire la propria presenza per l’Ospedale San Rocco.

Nonostante la diffusione in rete della notizia, non si è avuto ieri sera il seguito previsto. Forse dovuto ad un’organizzazione troppo rapida dell’evento, creato in pochissimi giorni, certo è che gran parte della popolazione non era a conoscenza della marcia e dei motivi della stessa. Ad ogni modo le persone presenti ieri sera hanno voluto far sentire la propria presenza marciando silenziosamente da piazza XX Settembre fino all’Ospedale San Rocco, come segno di presenza e per affermare il proprio diritto alla salute. L’Ospedale è di tutti, se chiude un ambulatorio per tutta l’estate il problema è collettivo. La salute è un diritto fondamentale del cittadino ed è necessaria la presenza di tutti i cittadini, Amministrazione, rappresentanti della Chiesa e di tutte le Associazioni locali di ogni genere del nostro territorio, a dimostrazione che il nostro Ospedale deve funzionare e garantire i servizi necessari. Prima che queste chiusure improvvise tocchino anche ad altri reparti del nosocomio. Ieri sera è stato un primo tentativo di sensibilizzazione collettiva, che dovrà essere riorganizzato andando a coinvolgere in maniera capillare il territorio del nostro Comune e dei Comuni limitrofi, dato che l’Ospedale è indispensabile sia per i cittadini di Sessa Aurunca sia per tutti quelli dei Comuni circostanti.

Le donne per il reparto Ginecologia ed Ostetricia
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru