• Ven. Mag 27th, 2022

Teatro tempio: Franco Valente e il “Silenzio omertoso dei Pietravairanesi”

“SOPRINTENDENTI CAMPANI CON IL PROSCIUTTO SUGLI OCCHI, VERGOGNATEVI! Il vostro silenzio e la vostra connivenza è vergognosa!…e’ uno degli scempi più ignobili della storia del restauro archeologico.Gli architetti andrebbero deferiti al consiglio di disciplina dell’Ordine e i soprintendenti messi in galera per offesa al comune senso del pudore.Una violenza inaudita con la connivenza dei cosiddetti professori che hanno assistito come consulenti alla distruzione irreversibile di questo irripetibile documento che era sopravvissuto per duemila anni alle violenze dei paesani che lo avevano considerato una semplice cava di pietre.Gli abitanti di Pietravairano con il loro silenzio omertoso devono solo vergognarsi. “

Potrebbe essere un'immagine raffigurante attività all'aperto

Questo lo sfogo su FB di Franco Valente. Architetto, nato nel 1946, E’ stato eletto quattro volte Presidente dell’associazione culturale “Il Gruppo di Venafro” che dal 1968 si preoccupa della tutela e della salvaguardia del patrimonio artistico e culturale del Molise ed attualmente ne è il Presidente. E’ stato eletto due volte Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Isernia.
E’ stato Ispettore Onorario per i Beni Culturali per la Valle del Volturno e componente della Commissione Provinciale del Ministero per i Beni Culturali per la formazione dei vincoli ex lege 1497/39.
E’ stato Direttore Onorario Reggente della Biblioteca Storica Comunale di Venafro “De Bellis-Pilla”
E’ Direttore Onorario di Palazzo De Utris, centro di Coordinamento Culturale per il Centro Storico di Venafro
E’ Vice-Presidente della sezione molisana dell’Istituto Italiano dei Castelli.
E’ componente del Consiglio Scientifico Nazionale dell’Istituto Italiano dei Castelli.
E’ componente del Consiglio Scientifico Regionale della SIPBAC (Società Italiana per la Conservazione dei Beni Culturali)
E’ Conservatore Onorario dei beni architettonici, archeologici, artistici e paesaggistici del Comune di Venafro.
E’ Conservatore Onorario dei beni artistici ed architettonici della Pia Unione SS.ma Annunziata di Venafro.

Insomma non proprio uno sprovveduto. Secondo l’architetto il restauro dell’ormai celebre Teatro Tempio di Pietravairano è stato troppo invasivo è ha cancellato completamente le tracce di quello che era il residuo archeologico precedente.

Per una maggiore chiarezza abbiamo messo a confronto le foto del “prima” e “dopo”. Giudicate voi stessi

Voi che ne pensate? Hanno fatto bene o il restauro è stato realmente troppo invasivo? Ditecelo nei commenti

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.