Mar. Giu 2nd, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Vairano/Sessa Aurunca. Parcheggia la macchina e se la ritrova sfasciata, ecco cosa è accaduto. Le foto

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

 

Non bastava il maxi tamponamento che ieri si è verificato in pieno centro a Vairano Scalo, adesso si ha paura anche solo a parcheggiare nel comune dell’Alto casertano. E’ quanto accaduto ad un cittadino di Sessa Aurunca che l’altro ieri sera aveva parcheggiato la propria vettura nei pressi della scuola elementare di Vairano Scalo. Al ritorno dopo una serata trascorsa con amici, l’amara sorpresa: l’auto era semi sfasciata. Qualcuno alla guida di un altro mezzo (non si sa ancora se vettura o veicolo di altro genere) ha tamponato diverse auto parcheggiate in quel tratto dandosi alla fuga. Danni pesanti e per migliaia di euro quelli provocati dall’incivile di turno. Le forze dell’ordine accorse sul posto nel corso delle attività di indagine stanno ascoltando alcuni testimoni e visionando anche le videocamere presenti in zona al fine di risalire all’identità dell’autore o degli autori dello scempio. Le stesse forze dell’ordine invitano coloro che fossero in possesso di elementi utili alle indagini a comunicarli tempestivamente. A seguito di queste vicende si fa pressante la richiesta da parte della comunità locale di un maggior controllo del territorio.

 

Le foto in esclusiva dell’auto danneggiata:

 

 

LEGGI ANCHE:

A Vairano al Centro Estetico Le Fate Chic massaggi al cioccolato e tanto altro ancora

Vairano Patenora. I.C. Garibaldi-Montalcini: Telethon, uno straordinario record di solidarietà

 

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

Open

Close