• Mer. Feb 8th, 2023

Cancello ed Arnone. Messa in sicurezza delle sponde del Volturno in località Volta di Branco

Messa in sicurezza delle sponde del Volturno in località Volta di Branco a Cancello ed Arnone

Ha chiesto l’intervento del prefetto Giuseppe Castaldo il sindaco di Cancello ed Arnone per cercare di affrontare e risolvere il problema delle sponde del fiume Volturno. L’avvocato Raffaele Ambrosca in una circostanziata lettera, infatti, ha evidenziato la pericolosità del tratto in località Volta di Branco dove c’è bisogno di un intervento di messa in sicurezza a causa della frana dell’argine. «E’ da tempo che il nostro comune sottopone la questione agli organi preposti per cercare di affrontare in tempi rapidi quella che è una vera e propria emergenza e una fonte di pericolo in un periodo dell’anno dove le piogge cominciano a cadere in maniera copiosa – ha spiegato il sindaco – abbiamo anche convocato una conferenza dei servizi per il 25 ottobre scorso, ma nessuno degli enti interessati ha partecipato ad eccezione della Provincia». Ambrosca ha spiegato al prefetto Castaldo come la sua amministrazione abbia provveduto a predisporre ed approvare un progetto di fattibilità per la messa in sicurezza già lo scorso anno con la delibera di giunta numero 129 del 21 dicembre 2021. Si tratta di un’opera da oltre due milioni di euro che il Comune di Cancello ed Arnone non può finanziare in quanto ha dichiarato dissesto sia nel 2015 che nel 2018. «Abbiamo inviato questa scheda alla Regione – ha chiosato – per inserire il progetto tra quelli finanziabili attraverso i fondi del Pnrr». Il sindaco ha chiesto al prefetto di intervenire con ogni consentita urgenza, affinché individui i soggetti responsabili per la messa in sicurezza in modo da tutelare l’incolumità della sua comunità messa in pericolo dall’attuale condizione delle sponde del Volturno.

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa