• Sab. Giu 25th, 2022

All’Istituto Comprensivo “Romeo-Cammisa” di Sant’Antimo è arrivata la Fiaccola della Pace per chiedere il “Cessate il fuoco”

La tappa straordinaria della “Fiaccola della Pace” in solidarietà al popolo ucraino per chiedere il “Cessate il Fuoco”, è arrivata domenica 15 Maggio 2022 a S. Antimo(Napoli), nell’ambito della manifestazione “Insieme per la Pace” del progetto “Percorsi di Pace, da S. Antimo a Kiev” promosso dall’Istituto Comprensivo “Romeo-Cammisa” e dall’ Associazione “Mani Amiche Ets” di cui Presidente è la docente Angela Di Maio, impegnata da anni nella lotta a difesa dell Pace, dell’ambiente e degli animali. “L’Istituto Comprensivo diretto dal preside Domenico Esposito è impegnato nei percorsi di Pace. E’ stato proprio il Dirigente scolastico a volere fortemente l’arrivo della Fiaccola, pur avendo già organizzato in precedenza la Marcia per la Pace ( non essendo ancora a conoscenza della mobilitazione). Le scuole del territorio sono parte di una Rete attraverso cui vogliamo “educare alla Pace”, per tale motivo ben vengano tutte quelle iniziative finalizzate a questa tematica. Vogliamo rispondere alla gravità della crisi umanitaria grazie all’impegno solidale delle associazioni. Le guerre vanno eliminate dalla storia, la scuola può e deve fare tanto in materia, per questo siamo ben lieti di accogliere e di far nostro il percorso della Fiaccola proposto dal Movimento per la Pace”. Ha così esordito il Dirigente scolastico in apertura della giornata. La prima parte quindi è stata dedicata proprio all’accoglienza della Fiaccola della Pace portata e consegnata poi dalla Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio alla presenza del Dirigente scolastico, della rappresentante d’istituto, della Dirigente scolastica del liceo “Laura Bassi” e della presidente dell’Associazione “Mani Amiche” all’alunno rappresentante della scuola; quindi il corteo della Pace è partito attraversando un percorso che ha interessato l’intero plesso scolastico con una sosta presso il campetto sportivo adiacente dove si è svolta un’esibizione del gruppo delle Majorette della scuola. Quindi il corteo è ripartito per raggiungere e terminare presso l’area antistante della scuola dove è stata allestita una singolare aiuola dedicata alla Pace in cui al centro è stato posizionato a dimora l’Albero della Pace, simbolo della mobilitazione della Fiaccola della Pace, dedicato a tutti i caduti e alle vittime delle guerre, attentati, stragi, terrorismo, criminalità, violenze e mafie, dai 100 anni ad oggi. La Presidente del Movimento per la Pace, nel ringraziare il preside Domenico Esposito e la Presidente Angela Di Maio, ha spiegato il significato della mobilitazione della Fiaccola della Pace ricordando i tanti testimoni che si leggevano sulle ceramiche che componevano l’aiuola della Pace, in particolare si è soffermata sulle tre figure: Malala Yousfazai, Premio Nobel per la Pace e simbolo dei giovani, che ha lottato per il diritto allo studio sfidando la morte e i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino di cui proprio quest’anno tra qualche settimana ricorre il 30° anniversario delle stragi di mafia. Poi ha ricordarto ancora una volta che la Pace che si costruisce mediante l’azione della Nonviolenza e indicando la bandiera ( che il Preside Esposito ha preso tra le mani per mostrarla bene) ne ha spiegato il significato. Quindi il significatro dell’Albero della Pace, messo a dimora in tutti i comuni dove la Fiaccola ha fatto tappa. “Mai dimenticare il passato, gli orrori accaduti ci siano di di lezione per non incorrere più negli stessi errori. In realtà oggi che siamo nel III millennio sentire ancora parlare di guerre è da irresponsabili. La politica ormai ha fallito, a noi il compito di educare e di parlare di Pace ogni giorno, farla entrare nel nostro DNA perchè senza Pace non c’è futuro ed il nostro futuro sono proprio loro, i nostri alunni, per questo la scuola è l’unica istituzione credibile attraverso cui deve passare questo messaggio ma l’Albero della Pace che nella titolazione è dedicato anche al Creato, ci ricorda l’impegno per la difesa del Creato e tutte le specie viventi che lo abitano. Le guerre devastano l’ambiente portando solo distruzione, inquinamento, desertificazione… La Pace è il risultato del rispetto dell’ armonia con il Creato”, ha ricordato. Alla Presidente Di Maio poi il compito di declamarne la dedica riportata sulla Targa. Quindi è seguito il saluto della Dirigente scolastica del Liceo statale “Laura Bassi”, prof.ssa Caterina Errichiello, altra scuola della Rete “Per-corsi di Pace” aderente alla manifestazione “Insieme per la Pace”. Anche la preside ha manifestato il proprio impegno come scuola per la causa della Pace. Infine la manifestazione è terminata con la sottoscrizione da parte di tutte le Istituzioni presenti: preside Esposito, preside Liceo, rappresentante del Consiglio d’Istituto Giusy Pengue, il giovane porta fiaccola rappresentante degli alunni, Presidente “Mani Amiche” a altre associazioni presenti, dell’Appello “Cessate il Fuoco” così come si è fatto e si sta facendo durante le marce con la Fiaccola, che verrà inviato al governo. Al preside Esposito e alla presidente Di Maio sono stati consegnati in segno di ringraziamento gli Attestati di “Encomio di Pace” per l’impegno collaborativo nell’accogliere la Fiaccola della Pace, in attesa di siglare presto il “Patto di Pace” con la scuola. Il coro degli alunni della scuola guidato dai docenti di musica e a seguire le cantanti ucraine hanno animato in apertura e durante la manifestazione con la Fiaccola, con canti in tema di Pace tra cui “Immagine” di John Lennon. Quindi la giornata è proseguita secondo il programma stabilito. Molte sono state le associazioni aderenti presenti con i loro stand. Presente anche Salvatore Melillo operante da anni nei gruppi di solidarietà. Per visualizzare il reportage foto collegarsi alla pagina ufficiale della mobilitazione su fb: https://www.facebook.com/media/set?vanity=fiaccoladellapace3millennio&set=a.2017790375096247Per il video collegarsi al seguente link: https://youtu.be/SVoU2e3YXUg

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa