Dom. Ago 25th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Omicidio-suicidio a Cosenza: morti padre, madre e 2 figli

2 min read

Ancora una tragedia familiare. Ancora un lutto gravissimo all’interno del cuore del “focolare domestico”, che in teoria dovrebbe essere il luogo più sicuro ed accogliente del mondo. E invece, in un paese in provicia di Cosenza di nome Rende, padre, madre e i loro 2 figli sono stati trovati morti nel pomeriggio odierno, all’interno della loro abitazione. All’interno della casa è stata trovata, da parte dei carabinieri intervenuti sul posto, una pistola che presumibilmente dev’essere stata l’arma usata per questo probabile omicidio-suicidio. A dare l’allarme sono stati dei parenti che vivono nelle vicinanze, gli stessi che la notte scorsa avevano sentito dei “botti2 ed erano andati a suonare all’abitazione, senza avere risposta alcuna. Secondo una prima probabile ricostruzione sarebbe stato l’uomo, che era titolare di un negozio di strumenti musicali, a sparare i tre colpi mortali verso la moglie e i suoi 2 figli (poco più che ventenni) di nome Giovanni e Cristina Giordano, prima di togliersi la vita sparandosi a sua volta in testa. La moglie, Francesca Vilardi, è stata trovata accanto ai corpi dei figli. Non sappiamo cosa abbia spinto Salvatore Giordano, uomo di 57 anni in apparenza sereno e tranquillo, a compiere l’estremo e folle gesto. Le indagini si svilupperanno in vari settori della vita dell’uomo e della famiglia. Non improbabile un coinvolgimento dello stesso Giordano nella rete degli strozzini locali, ed è una delle piste principali di indagine, infatti. Intanto, al di là di tutto ciò che può essere il dolore della famiglia che sopravvive ai 4, non possiamo non sottolineare il significato e lo sconforto che un gesto del genere lascia nella mente della comunità locale, regionale e nazionale. un gesto, in apparenza senza motivazioni, che però potrebbe nasconderne di gravi. Un gesto che, una volta chiarito, potrebbe far emergere anche delle “responsabilità dirette e indirette”, come nel caso di uno Stato che non riesce a tenere testa alla malavita organizzata, che ad esso si sostituisce, pressando il popolo a ricatti e vessazioni, troppo spesso insostenibili.

Da grande voglio fare il posto fisso: sei davvero chi avresti voluto essere?

Una Città santa per due: riflessi della Yalta 2.0

Potrebbe interessarti

Open