• Mar. Mag 17th, 2022

Lusciano – Sessana  2 – 2

Pari incredibile per la Sessana che domina la seconda frazione, ma viene raggiunta allo scadere dai padroni di casa

LUSCIANO: 2 Riccio A, Russo (50′ Ferraiolo), Piccirillo, Mormile, D’Aniello, Lessa, Liguori (63′ Bianco E), Baratti, Orefice (82′ Speranza), Mugione, Maione (81′ Difficile). All. Sena. A disp. Ilardi, Amico, Difficile, Bottigliero, Crispino.

SESSANA: 2 Cioce, Nardi, Abate, Quintigliano (41′ Nugnes), Esposito G, Zamparelli, Buono (89′ Esposito B), Otranto, Monaco Di Monaco, Fava (94′ Pergamo), Marraffino. All. Capaccione. A disp. Zippo, Bianco, Talitro, Riccio L, Castaldo.

ARBITRO: Francesco Matrone di Torre del Greco

RETI: 30′ Orefice (LUS); 46′,  55′ Marraffino (SES); 95′ Mugione (LUS)

NOTE : AMMONITI: Piccirillo (LUS); Monaco Di Monaco, Fava (SES)

LUSCIANO (di Genesio Tortolano). Il tecnico ospite Capaccione, conferma l’undici sceso in campo sette giorni fa con il Puglianello e si affida al tandem offensivo, composto da Monaco Di Monaco-Marraffino. Sull’altro versante i padroni di casa del Lusciano del trainer Sena, cercano di scardinare la retroguardia gialloblù con la punta Orefice con a supporto Liguori e Maione.

Nel primo tempo sono i gialloblù ospiti ha rendersi più pericolosi con la duplice opportunità capitata prima sui piedi Monaco Di Monaco, che calcia alto, e poi con Christian Quintigliano che conclude dal limite dell’area, ma non non trova lo specchio della porta. Sono ancora i ragazzi della Sessana i più pericolosi al minuto 17′: affondo di  Marraffino sul settore di destra, assist per Monaco Di Monaco che batte a rete con il mancino ma non riesce ad incrociare con precisione e la sfera termina fuori. Al 24′  nuova occasione di marca gialloblù : corner di Otranto, il pallone giunge in area colpo di testa di Marraffino che fischia vicino al palo. Al minuto 31′, a sorpresa i locali del Lusciano trovano il goal del vantaggio : azione di contropiede orchestrata da Maione che serve all’interno dell’area Orefice che realizza l’1 -0. Gli ospiti protestano per un fallo non fischiato ai danni di Buono nella metà campo avversaria. Mister Capaccione, è costretto ad operare un cambio obbligato, Quintigliano abbandona il rettangolo di gioco per un infortunio, al suo posto entra Nugnes, con Fava che diventa il perno centrale, entrando ancor di più nel vivo del gioco. L’ultima emozione del primo tempo, è ancora per i gialloblù ospiti e l’occasionissima per realizzare la rete del pareggio capita a Marraffino che ben servito in area da posizione favorevole si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore locale Riccio che blocca sua conclusione.

In apertura di ripresa e per la precisione dopo appena trenta secondi, i gialloblù riportano in parità le sorti del match : punizione battuta con rapidità da Fava che innesca Marraffino, sinistro chirurgico di quest’ultimo ad incrociare che insacca la sfera nell’angolino, dove nulla può il portiere di casa Riccio. L’attaccante sessano, tirato a lucido, conferma il suo stato di forma strepitoso e scatena le sue lunghe leve al minuto 55′, prendendo l’ascensore e svettando più in alto di tutti sul calcio d’angolo di Nugnes, L’impatto con il cuoio di Marraffino è perfetto è il pallone si infila inesorabilmente in rete. Per quest’ultimo, si tratta del settimo sigillo in campionato e l’undicesimo stagionale. Il goal del vantaggio, ha l’effetto benefico di mettere le ali alla Sessana che gioca con grande fluidità di manovra e proprietà nel palleggio con fraseggi corti e fioccano le occasioni per triplicare le marcature, il primo pallone di platino lo sciupa Monaco Di Monaco che scatta sul filo del fuorigioco e s’invola davanti a Riccio che ancora una volta salva il risultato, fermando sulla ribattuta anche Nugnes che però era in posizione d’offside. Lo stesso copione quello in occasione del goal del raddoppio  si ripete tre minuti dopo, ma questa volta, l’esito non è il medesimo e il colpo di testa di Marraffino non è premiato dalla marcatura, visto che, la sfera termina fuori lo specchio della porta. Sessana padrona del campo e al 73′ occasionissima ancora per Monaco Di Monaco che, dopo aver scambiato con Marraffino, non trova la conclusione giusta per superare Riccio che riesce ancora una volta a salvarsi. Il tris arriva, ma Nugnes forse è di qualche centimetro oltre la linea difensiva e l’assistente Martello sbandiera il fuorigioco. Il Lusciano sembra alle corde come un pugile suonato, ma nei quattro minuti di recupero, concessi dal direttore di gara Francesco Matrone di Torre Del Greco ha un improvviso risveglio e si riversa nell’area di rigore avversaria come dicono gli inglesi tutti in the box con traversoni e lanci lunghi. Al tramonto del match quando era in corso l’ultimo giro di lancette, giunge la beffa per gli ospiti : cross dalla destra di Mugione che rimbalza in area e termina clamorosamente nell’angolino alla sinistra di Cioce, per l’incredibile goal del 2-2. la Sessana, incredula prova a ributtarsi in avanti, cercando l’ultima appiglio per riappropriarsi dei tre punti che avrebbe meritato ampiamente : Punizione di Otranto che trova la sponda di Zamparelli, ma nessun compagno di squadra in casacca gialloblù, riesce ad arrivare ad impattare la sfera sul secondo palo. Alla Sessana, resta l’amaro in bocca, poichè risultano fatali ancora una volta gli ultimi minuti. Termina in parità una gara dominata dalla Sessana e che poteva regalare sicuramente un finale diverso.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale