• Mer. Ott 27th, 2021

Terremoto a Roccamonfina, 7 arresti tra cui il Sindaco. Appalti pilotati e favori, spunta anche il nome di Patriciello

DiThomas Scalera

Dic 2, 2014

tari

Nelle prime ore della mattinata odierna, nell’ambito di un’articolata indagine coordinata dai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di n. 7 soggetti, di cui tre sottoposti alla custodia in carcere e quattro agli arresti domiciliari, in quanto resisi responsabili dei reati di turbata libertà degli incanti e corruzione, tutti aggravati dal metodo mafioso. L’attività d’indagine, sviluppatasi attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali, riprese video, servizi di osservazione e pedinamenti, nonché riscontri di natura documentale, costituisce ulteriore sviluppo di una più ampia attività investigativa avente ad oggetto l’operatività delle imprese di Grillo Angelo, imprenditore legato al Clan Belforte di Marcianise, che ha già consentito al GIP del Tribunale di Napoli di emettere complessivamente 56 ordinanze di custodia cautelare, nei confronti di altrettanti soggetti in diverse operazioni susseguitesi nei mesi scorsi. Particolare importanza probatoria assumono il contenuto di diverse conversazioni intercettate sulle utenze in uso agli indagati, nonché le dichiarazioni confessorie ed etero accusatorie di alcuni indagati nell’ambito della stessa attività di indagine, supportate dagli accertamenti di natura documentale, da cui è stato possibile muovere nuove contestazioni a GRILLO Angelo e a suo figlio Roberto, nonché a suoi collaboratori già colpiti da precedenti ordinanze di misura cautelare di tipo custodiale. Secondo la ricostruzione accolta dal giudice per le indagini preliminari: ­ è emersa, in primo luogo, l’esistenza di cointeressenze fra GRILLO Angelo e TARI Maria Cristina, detta Letizia, Sindaco del Comune di Roccamonfina, che affidava, attraverso plurime violazioni di legge, previa assunzione di due persone e la successiva elargizione di un contributo di Euro 1.000 a favore la Pro­Loco di Roccamonfina, il servizio provvisorio di raccolta e smaltimento rifiuti urbani alle società “ECOSYSTEM 2000 s.r.l.” e “FARE L’AMBIENTE”, ditta di fatto di proprietà di GRILLO Angelo; risulta che gli indagati, agendo anche in violazione dei doveri di efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità (artt. 97 Cost. e 27 Cod. Appalti) inerenti alle loro funzioni di pubblici ufficiali, nonché, abusando della loro qualità, al fine di agevolare le suddette imprese hanno procurato un ingiusto profitto patrimoniale di rilevante importo in quanto la precedente ditta assegnataria del servizio di raccolta dei rifiuti percepiva un importo mensile inferiore (circa 22.900 euro) rispetto a quello concordato poi con la ditta di GRILLO la Ecosystem 2000 s.r.l. (circa 25.000 euro). La medesima misura cautelare è stata notificata anche a MINCIONE Assunta, factotum nonché persona di fiducia dell’imprenditore GRILLO Angelo che, secondo l’ipotesi accusatoria, oltre al coinvolgimento nei fatti relativi all’appalto del Comune di Roccamonfina, ha concorso anche a turbare la gara d’appalto per la raccolta dei rifiuti nel Comune di S. Maria a Vico ed a corrompere amministratori pubblici di quel comune. Si fa presente che per tale fattispecie delittuosa è già stata eseguita altra misura cautelare nei confronti di diversi soggetti, tra cui Grillo Angelo, il figlio Grillo Roberto, la convivente Lauritano Anna e il Vice Sindaco del Comune di Santa Maria a Vico, Savinelli Ernesto. Inoltre il provvedimento cautelare odierno è stato notificato anche ad un altro dipendente delle società di GRILLO, LUCIANO Sergio, il quale è accusato, spendendo il nome del padre, alto ufficiale della Guardia di Finanza in congedo, di avere contribuito illecitamente a far ottenere l’affidamento del servizio di raccolta di rifiuti solidi urbani del comune di Roccamonfina alla società riconducibile al suddetto Grillo Angelo.

Il testo dell’ordinanza di arresto:

“BALDASSARRE Elpidio, FERRANTE Alessandra, FINELLI Antonio, GRILLO Angelo, GRILLO Roberto, LUCIANO Sergio, MINCIONE Assunta, PATRICIELLO Stefano, RUSSO Silvio, TARI Maria Cristina, VALENTE Pasquale sono accusati    del reato di cui agli artt. 110, 81 cpv, 319, 319 bis e 321 c.p., 7 L.203/91 perché, in concorso e previo accordo tra loro, con più atti esecutivi di un medesimo disegno criminoso,  anche in tempi diversi, GRILLO Angelo, GRILLO Roberto, MINCIONE Assunta e FINELLI Antonio, quali gestori di fatto della società ECOSYSTEM 2000 s.r.l. e della società Fare  L’Ambiente S.p.A, intestata formalmente al 70% a MASTROIANNI Andrea ed al 30% a  MARRA Patrizia, in concorso con i propri dipendenti e persone di fiducia BALDASSARRE  Elpidio, FERRANTE Alessandra, LUCIANO Sergio e VALENTE Pasquale, PATRICIELLO  Stefano, quale intermediario tra GRILLO Angelo e TARI Maria Cristina, davano a RUSSO Silvio, dirigente dell’Ufficio Tecnico del Comune di Roccamonfina e Responsabile Unico del  Procedimento, e a TARI Maria Cristina, Sindaco del Comune di Roccamonfina, denaro o altre  utilità, consistite nell’assunzione presso la suddetta ditta ECOSYSTEM e poi presso la DITTA FARE L’AMBIENTE (subentrata alla ditta ECOSYSTEM) di GRELLA Romilda e di CIANCI Gaetano, nonché nella consegna della somma di denaro di 1000 euro, a titolo di contributo a  favore della Pro-Loco di Roccamonfina, dopo aver compiuto atti contrari ai doveri del loro  ufficio, consistiti nell’assegnazione in via temporanea, per un periodo di circa mesi 6, mediante affidamento diretto, del servizio di raccolta, trasporto e spazzamento dei rifiuti solidi urbani nel comune di Roccamonfina, alla ditta EcoSystem 2000 s.r.l. di Caserta e poi alla ditta Fare L’Ambiente (subentrata alla ditta ECOSYSTEM), per un importo mensile di 25.000,71 Euro, nonostante la ditta non avesse i requisiti necessari, in quanto non in regola nei versamenti contributivi, previdenziali e delle imposte e tasse (art.38 co 1 lett. g) e i) e co 2 D.Lgs. 163/2006), e tale affidamento fosse stato fatto ad un canone mensile superiore a quello versato alla ditta SMALTIMENTI SUD s.r.l. di Isernia, (circa 22.900 euro), alla quale precedentemente era stato affidato il medesimo servizio.  Con l’aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare l’organizzazione camorristica denominata “clan Belforte” a cui appartiene GRILLO Angelo, operante prevalentemente in Marcianise, Maddaloni, Portico di Caserta, Macerata Campania e paesi limitrofi. In Roccamonfina, dal mese di giugno 2012 al mese di marzo 2013″.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru